Assembramenti a Giugliano
Assembramenti a Giugliano

Da una parte c’è chi resta a casa e rispetta pedissequamente le ordinanze regionali e comunali, dall’altra ci sono gli irresponsabili che in barba alle normative continuano a fare assembramenti e violare il coprifuoco.

Ne è un esempio quello che è accaduto nel fine settimana in via Santa Caterina da Siena dove sabato notte un nutrito gruppo di ragazzi si è riunito all’esterno di un bar . L’assembramento è avvenuto ben oltre l’orario consentito dal coprifuoco e trasgredendo le norme imposte dalla zona rossa rafforzata sancite dall’ultimo ordinamento comunale.

Fino a tarda notte numerosi giovani irresponsabili privi di mascherina si sono riuniti fuori al locale aperto creando pericolosi assembramenti. Nonostante i continui appelli del sindaco e dei consiglieri comunali alla responsabilità ed i controlli serrati putroppo ci sono sempre gli irresponsabili.

Il sindaco di Giugliano firma nuova ordinanza

Il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi, la scorsa settimana, ha firmato un’ordinanza contenente «misure urgenti per il contenimento del contagio». E’ in vigore fino a domenica 21 marzo.
«Abbiamo appena superato il livello di allarme della Regione – spiega Pirozzi – e interveniamo subito per frenare la diffusione del contagio. Ci preoccupa il trend e dobbiamo fare tutti assieme un altro piccolo sacrificio per tutelare la salute dei cittadini. Sul fronte dei controlli, mi sono confrontato con i vertici delle forze dell’ordine e durante la riunione del “C.o.c.” a Giugliano. Ho chiarito che ero disposto ad inasprire le misure solo se fossimo stati in condizione di intensificare i controlli e punire i trasgressori.

Comprendo la carenza di organico della Polizia municipale e delle forze dell’ordine. Sono consapevole degli enormi sacrifici che i tutori della legge fanno quotidianamente per garantire sicurezza alla cittadinanza su più fronti. Ma le nuove restrizioni hanno un senso se riusciamo a garantire maggiori controlli. Perché è evidente che la stragrande maggioranza della popolazione si è dimostrata matura e responsabile, a differenza di una minoranza che a questo punto va affrontata con rigore».

Le nuove restrizioni

Le restrizioni imposte dall’ordinamento comunale prevedono: obbligo di mascherina, divieto di consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici in qualsiasi orario, divieto di asporto dalle 18, divieto di accesso a spiagge, piazze e villa comunale dalle 18 alle 22 e nei weekend dalle 10 alle 22, mercato del giovedì sospeso, minori accompagnati dalle 18 alle 22.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.