A Giugliano scatta la zona rossa rafforzata dopo l’incremento dei casi Covid. È la decisione presa dopo il COC (Centro Operativo Comunale), alla presenza del referente sanitario del COC, Franco Carlea, dell’assessore Pietro Di Girolamo, della comandante della Polizia Municipale Mariarosaria Petrillo, del sindaco Nicola Pirozzi e del  vicesindaco Pasquale Mallardo.

Il primo cittadino ha chiuso piazze, spiagge, villa comunale ed il mercato del giovedìPer i minori, invece, il divieto di circolare in strada dopo le 18 se non accompagnati. Le restrizioni andranno in vigore da oggi, 11 marzo, fino al 21 marzo.

“Fino a pochi giorni fa eravamo abbondantemente sotto il livello di allarme della Regione, lo abbiamo appena superato e interveniamo subito per frenare la diffusione del contagio. Ci preoccupa il trend e dobbiamo fare tutti assieme un altro piccolo sacrificio per tutelare la salute dei cittadini”, le parole del sindaco Nicola Pirozzi.

LE MISURE PER IL CONTENIMENTO DEI CONTAGI

Di seguito si riportano nel dettaglio le “Misure urgenti per il contenimento del contagio” contenute nella nuova ordinanza sindacale n.19 del 10 marzo 2021.

– Obbligo di indossare la mascherina (deve coprire dal mento al di sopra del naso e indossarla in maniera scorretta configura quale inottemperanza alle prescrizioni anticovid).

– Non si possono consumare cibi e bevande in strada. Nelle aree pubbliche o aperte al pubblico del territorio cittadino di Giugliano in tutte le ore del giorno è fatto divieto assoluto di consumo di cibi e bevande alcoliche e non data l’incompatibilità di tale azione con l’uso della mascherina.
Non si potranno, quindi, bere bevande alcoliche  in strada. Nell’ordinanza, infatti, si specifica anche l’utilizzo del termine ‘consumare’: «Si intende per consumo il possesso di una delle suddette bevande a cui sia stato rimosso il dispositivo di chiusura del contenitore (tappo, linguetta della lattina, etc.), ovvero in bicchiere. Il consumo delle sopra citate bevande perpetrato da tre o più persone riunite in gruppo determina, in aggiunta alla suddetta condotta illecita, la violazione della prescrizione che impone il divieto di assembramento».

LE REGOLE PER I PUBBLICI ESERCIZI– No asporto, ma consegna a domicilio, dalle ore 18:00 alle ore 5.00 del giorno seguente, nelle attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie).

– No sedute esterne (dovranno essere ritirate, ove possibile, all’interno di locali chiusi ovvero rese inservibili tramite ad esempio catenelle, nastri, pannelli);
– Obbligo di esporre cartello indicante l’orario di apertura e chiusura dell’esercizio, nonché un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.

LE MISURE PER I MINORI DI ANNI 18
Dalle ore 18.00 alle ore 22.00 di ogni giorno, fino a nuova disposizione, è’ fatto divieto ai minori di anni 18 di circolare nei luoghi pubblici senza essere accompagnati da un genitore / altro adulto familiare o altro adulto abitualmente convivente o deputato alla loro cura
; l’accompagnatore dovrà vigilare sul rispetto da parte di questi delle disposizioni sul distanziamento fisico e sull’utilizzo dei DPI. Si ricorda che l’accompagnatore ha anche la responsabilità della valutazione dello stato di salute proprio e del minore (automonitoraggio condizioni di salute).

PIAZZE E LUOGHI PUBBLICI
Tutti i giorni dalle 18.00 alle 22.00 e sabato e domenica dalle 10.00 alle 22.00 è interdetto l’accesso al pubblico in tutte le piazze e alla villa comunale;

– È consentito l’accesso e il deflusso ai residenti e ai clienti degli esercizi commerciali legittimamente aperti.

– È vietato lo stazionamento di due o più persone su Via Giacinto Gigante e sui marciapiedi di Via Vittorio Veneto.

– Nei giorni di sabato e domenica per l’intera giornata è interdetto l’accesso a tutte le spiagge del territorio.

MERCATO SETTIMANALE E COMMERCIO ITINERANTE
È sospeso il mercato settimanale del giovedì per il giorno 11 e 18 Marzo.– È vietata l’attività del commercio in forma itinerante di tutte le categorie commerciali, su tutto il territorio comunale, di operatori provenienti da altri comuni.
– Si rinnova l’invito a tutta la cittadinanza a comportarsi in piena conformità con le disposizioni vigenti antiCovid, al fine di limitare la diffusione del contagio in Città.

ANCHE A VILLARICCA SCATTA LA ZONA ROSSA RAFFORZATA

Oltre a Giugliano, anche il Comune di Villaricca ha scelto di adottare misure ‘pesanti’ per il contenimento dei casi da Covid. Tra le nuove misure si segnalano la chiusura di ludoteche, Ville Comunali, mercato settimanale e dell’usato. La domenica, inoltre, sarà chiuso anche il cimitero.
Ad annunciarlo proprio il sindaco Rosaria Punzo. «In seguito all’ennesima impennata dei contagi ho deciso di optare per nuove ed ulteriori misure di restrizione che costituiscono un rafforzamento della zona rossa e che credo siano necessarie, per quante dolorose, per salvaguardare la salute della nostra comunità, cui tengo più di ogni altra cosa. Ecco di seguito le misure che ho ritenuto doverose:

– Chiusura ludoteche;
– Chiusura Ville comunali;
– Chiusura Cimitero solo la domenica;
– Chiusura mercato settimanale;
– Chiusura mercato dell’usato del sabato;
– Chiusura accesso ai pubblici uffici che riceveranno solo per appuntamento;
– E’ consentito accesso solo allo stato civile (per pubblicazioni di matrimonio e matrimoni civili, dichiarazioni di morte e di nascita);
– Per l’ufficio anagrafe per il solo rilascio di carte d’identità e richieste di immigrazione;
– Per il Protocollo generale è consentito il ritiro di atti giudiziari urgenti ed in scadenza;

Spero che i cittadini apprezzino queste scelte necessarie per la protezione della loro salute. Il piano vaccinale per quanto lento sta continuando e prima o poi usciremo da questo incubo. Ora è solo questione di tempo».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.