19.1 C
Napoli
martedì, Aprile 16, 2024
PUBBLICITÀ

Giugliano, progetti Pnrr a rischio: indice più negativo in Italia per dipendenti comunali

PUBBLICITÀ

Lo studio di Gianfranco Viesti, commissionato dalla Fondazione con il Sud, vede la città di Giugliano sul triste podio del rapporto tra dipendenti comunali e popolazione, con l’indice più negativo, a seguire Castellamare e Torre del Greco. Dagli studi emerge la tragicità della situazione meridionale. Giugliano in Campania risulta avere l’indice più negativo di dipendenti comunali per abitanti, un meno di 510 rispetto alla media. Sul vertice negativo in realtà compare tutto il mezzogiorno; dalle grandi città come Napoli e Brindisi fino a quelle minori. Lo studio è stato svolto nell’ambito dei progetti del Pnrr e i tristi dati fanno sorgere domande che echeggiano già da anni nella provincia napoletana (e non solo). A riportare la notizia è Il Mattino.

Il triste podio di Giugliano in Campania 

Possono le grandi e medie città del meridione sostenere i progetti del Pnrr? Gli indici risultati negativi dagli studi di Viesti paiono non dare molta speranza o quanto meno porre l’attenzione su problematiche che, in realtà, vanno avanti da anni. Quelli di Giugliano sono dati critici che la pongono sul podio negativo della regione d’appartenenza. Le criticità emerse dallo studio dalla Fondazione con il sud si basano sui dati del periodo 2008-2019. La situazione negli anni successivi non è però migliorata; il periodo che segue è infatti contraddistinto dal covid che non ha di certo aiutato la già difficile situazione. A questo si aggiungono le difficoltà nel recuperare personale attraverso i concorsi pubblici.

PUBBLICITÀ

Napoli è stata infatti nell’ultimo anno teatro di svariati concorsi, nonostante questo però le difficoltà restano. Sul triste podio non compare però solo la Campania, con Napoli tra le città più a rischio e Giugliano con il suo indice più negativo, bensì gran parte del mezzogiorno. Se a Napoli, nel periodo considerato nello studio, il 50% dei dipendenti comunali è stato perso, Bari la segue con la metà d’impiegati per popolazione. Le criticità emerse sarebbero poi tra le cause delle enormi difficoltà di rinascita del territorio e di gestione dei fondi. Napoli fa infatti parte dei Comuni capoluoghi di provincia che hanno gestito con maggiore fatica i fondi del Pnrr, anche per la forte carenza di personale.

Il mezzogiorno parte quindi svantaggiato e di conseguenza gestisce peggio i fondi messi a disposizione dal Piano. Lo studio si è compiuto a fronte dei fondi europei in arrivo e volti a finanziare un infinità di cantieri. Le criticità emerse non fanno che aumentare lo spettro che i progetti del Sud risultino inferiore rispetto alle aspettative. Lo studio conta dieci comuni più a rischio tra cui: Napoli, Brindisi, Messina, Reggio Calabria e altri. “Si può sostenere che esse rappresentino una assoluta emergenza da affrontare con la massima urgenzascrive Vesti.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Emma Marrone a Le Iene: “No fecondazione per donne single? Una str***ata enorme”

Emma Marrone senza filtri a Le Iene. La vincitrice di Amici e Sanremo 2012, si racconta come sempre senza filtri e...

Nella stessa categoria