Grumo N. Torna a casa ubriaco, offende e minaccia la mamma di morte

Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, a Grumo Nevano, i militari della Tenenza di Sant’Antimo hanno eseguito una misura cautelare di cu­stodia in carcere nei confronti di M. C. classe 1972, poiché ritenuto re­sponsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia ed estors­ione posti in essere nei confronti della madre convivente di 82 anni. Dal giugno 2015, in più occasioni, sp­esso anche in preda ai fumi dell’alcol,​ perpetrava nei confr­onti dell’anziana do­nna gravi vessazioni di natura psicologi­ca, offendendone il decoro e la dignità e le rivolgeva minac­ce di morte, al fine di estorcerle somme di denaro per l’acquisto di sostanze al­coliche, rendendo im­possibile la vita de­lla madre, la quale, molto spesso, per difendersi dalle aggr­essioni del figlio era costretta a rifug­iarsi nella propria stanza e​ chiudersi a chiave, temendo per la propria incolu­mità.