Il cane Nino scopre spacciatore di Grumo, il suo fiuto è stato decisivo

I carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno arrestato grazie un 56enne del napoletano per spaccio. Indispensabile l’aiuto dell’unità cinofile e del fiuto del cane Nino. E così sabato sera, il 56enne di Grumo Nevano venditore ambulante di abbigliamento come prova della sua “buona fede” ha da prima consegnato spontaneamente due bustine contenenti pochi grammi di marijuana, tentando così di convincere i militari operanti al fine di farli desistere dal prosieguo dell’attività.

Ma i carabinieri hanno deciso comunque di procedere ad un più accurato controllo nel corso del quale il commerciante tentava di disfarsi di uno zaino, contenente analoga sostanza stupefacente (per un peso complessivo di circa 40 grammi) nonché una quindicina di grammi di hashish, il tutto sottoposto a sequestro unitamente alla somma di 150 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio.

Condotto in Caserma per ulteriori accertamenti, il 56enne (residente a Grumo Nevano e già gravato da specifici precedenti di polizia), inchiodato alle proprie responsabilità dalle evidenze emerse, è stato quindi dichiarato in stato di arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, sottoposto ai domiciliari.