Imprenditore napoletano vittima di un agguato, prima i colpi di pistola poi picchiato con una mazza: 2 arresti

I rilievi della polizia scientifica

Indagini lampo per l’agguato a Castellammare. Hanno aggredito un imprenditore edile a Castellammare di Stabia, esplodendogli contro un colpo di pistola e ferendolo con una mazza di ferro per vendicare un affronto subito. Poi hanno gettato armi ed indumenti nel fiume Sarno per sfuggire all’identificazione. Ma sono stati arrestati dalla Polizia. Francesco Greco, di 25 anni, e Francesco Ventura, 38, sono stati bloccati dai poliziotti in un cantiere edile a bordo di un motociclo con targa contraffatta.

La sparatoria a Castellammare di Stabia

I poliziotti hanno ricostruito le fasi dell’ aggressione all’imprenditore. Greco aveva esploso contro di lui un colpo di pistola. Mentre il complice lo aveva colpito ad un braccio con una mazza di ferro. Il motociclo era stato affidato a Greco dal proprietario per farlo riparare. La pistola e la mazza di ferro non sono state ritrovate, nonostante le ricerche dei Vigili del Fuoco nel Sarno nelle acque del fiume. Greco e Ventura sono stati arrestati per tentato omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco e trasferiti nel carcere di Poggioreale.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook