Bollettino Covid Campania
Bollettino Covid Campania

Oggi l’Unità di Crisi ha diramato il bollettino covid della Regione Campania. Secondo i dati, aggiornati alle 23.59 di ieri, i positivi sono 1382 di cui 904 asintomatici e
478 sintomatici. Questi si riferiscono ai tamponi molecolari che sono stati 18.779. Invece i tamponi antigenici del giorno sono stati 7.774.

I deceduti sono stati 43 di 21 deceduti nelle ultime 48 ore, 22 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Invece secondo il bollettino odierno i guariti sono stati 2177. 

​Il bollettino sui posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 121
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (***)
Posti letto di degenza occupati: 1.406

*** Posti letto Covid e Offerta privata.

La Campania resta zona gialla, sospiro di sollievo per commercianti e cittadini

La Campania resta in zona gialla per la prossima settimana. I dati del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità riferiscono che la nostra regione ha un indice di contagio Covid19 (Rt) in calo, a 0,95 (0,92-0,97) con una valutazione d’impatto e una classificazione complessiva di rischio, entrambe valutate come bassa. Lo scenario di trasmissione del virus è quello più basso, classificato numericamente come «scenario di trasmissione 1».

Campania zona Gialla

Secondo fonti vicine al ministero della Salute, questa settimana nessuna regione italiana sarebbe in zona rossa. Restano da verificare i dati delle singole regioni che oscillano tra l’arancione e il giallo. In particolare è la Campania l’osservata speciale: la scorsa settimana l’indice Rt era superiore ad 1 e l’indice è sotto osservazione. Mentre nelle province di Avellino, Caserta, Benevento e Salerno, i contagi restano sotto controllo, nell’area metropolitana di Napoli si registrano 215 casi per 100 mila abitanti; un dato in calo rispetto alla scorsa settimana. In calo anche ricoveri, terapie intensive e decessi. Secondo indiscrezioni, l’indice Rt in Campania è sceso negli ultimi 7 giorni a 0,95 confermando il miglioramento della situazione epidemiologica. La Campania, dunque, a meno di sorprese dovrebbe restare in zona gialla.

I contagi calano in tutta Italia, i dati dell’Iss: “L’epidemia covid non riparte”

I numeri dei contagi stanno calano in tutta Italia, così come è stato confermato dal Ministero della Salute: “L’epidemia covid non riparte”. Si è tenuta oggi la conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale Covid19 della Cabina di Regia. Intervenuti il Presidente dell’ Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, e il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza.

 I DATI SUI CONTAGI

“Questa settimana l’Rt è stimato a 0,89 in lieve aumento ma con un intervallo di confidenza ben sotto al valore di 1 (0,85-0,91). Ciò vuol dire che in questa fase l’epidemia non sta ripartendo. L’età media dei casi scende a 41 anni e anche l’età media dei ricoveri scende a 65 anni. L’Rt vede tutte le regioni in scenario uno, quindi l’indice è sotto l’1. L’incidenza è in lenta diminuzione. Ci troviamo in una situazione dove circolano le varianti, perciò bisogna continuare a mantenere alta l’attenzione. Ci può essere un po’ più di circolazione del virus, che non deve far partire la diffusione”, dice Brusaferro. 

“Il numero delle persone vaccinate sta crescendo rapidamente ed anche il modello dell’allerta deve essere modificato.  Preoccupa che l’infezione possa comportare ricovero di una persona fragile. C’è un decremento dell’età dei ricoveri a 41 anni. Ci troviamo in una situazione di transizione e le vaccinazioni ci consentono di livelli maggiori di libertà. Ma la mascherina e il distanziamento sono ancora restano raccomandabili. L’interazione delle persone può favorire la circolazione“, conclude il Presidente dell’Iss.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.