L’ombra dei Licciardi e Di Lauro sul colpo in banca della banda di Giugliano: le rivelazioni di Tamburrino

Immagine di repertorio

Salvatore Tamburrino ha ricostruito un intreccio tra i clan Di Lauro, Licciardi e una banda di rapinatori di banca di Giugliano. Il collaboratore di giustizia ha parlato del ruolo del fiancheggiatore Vincenzo Gatta, accusato di aver fiancheggiato la latitanza di Marco di Lauro, nei recenti verbali: “Mi aveva rivelato di aver finanziato una squadretta di ragazzi di Giugliano che avevano compiuto un furto in un caveau in una banca del Nord, tramite il tunnel da banda del buco tra il 2017 e il 2018“.

Tamburrino ha sostenuto che il gruppo è stato sgominato poichè intercettato durante la preparazione di un altro colpo. “Prima che venissero arrestati, la Masseria Cardone convocò la squadretta in cui militavano soggetti della Masseria per voler entrare nell’affare.  Mi incontrai con -omissis- e questi mi disse se avessi finanziato io l’operazione ed io dissi di si, e chiesi di poter riavere la somma investita, 50 mila euro (tanto mi aveva dato Enzo Gatta) ed eventualmente qualcosa del bottino“.