Anche Roma si ribella, disordini durante la manifestazione di protesta

(ANSA) – ROMA, 25 OTT – Disordini durante la manifestazione di protesta in piazza del Popolo al centro di Roma. Alla mezzanotte, con lo scattare del coprifuoco, quando gli è stato intimato di andar via i manifestanti hanno lanciato petardi e fumogeni contro le forze dell’ordine. C’è stata una carica di alleggerimento e i manifestanti si sono dispersi verso piazzale Flaminio.

Disordini durante manifestazione di protesta a Roma

Incendiati anche alcuni cassonetti durante i disordini nel corso della manifestazione contro la “dittatura sanitaria e il coprifuoco”. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, ci sarebbe qualche fermato. (ANSA).

 © ANSA
Dopo Napoli disordini e scontri anche a Roma, durante la manifestazione di protesta organizzata dall’estrema destra in piazza del Popolo contro il coprifuoco. La polizia ha caricato per disperdere i facinorosi. Due agenti sono rimasti feriti, una decina gli arresti riconducibili tutti a gruppi ultras. La protesta organizzata dall’estrema destra in piazza del Popolo, contro il coprifuoco e le norme anticontagio, si è trasformata in un fitto lancio di pietre e bottiglie verso gli agenti. Esplosi anche diversi petardi e bombe carta. Tutto è iniziato pochi minuti dopo la mezzanotte, quando sono stati accesi alcuni fuochi d’artificio. In quel momento un gruppo di manifestanti, circa un centinaio, ha attaccato le forze dell’ordine, per poi disperdersi nelle vie intorno a piazzale Flaminio. Nel mentre, alcuni cassonetti sono stati messi in mezzo alla strada, altri dati alla fiamme. Stessa sorte è toccata ai motorini parcheggiati, danneggiati e in alcuni casi dati alle fiamme. Le forze dell’ordine hanno risposto con cariche di alleggerimento, disperdendo i manifestanti lungo tre vie di fuga. (Rai News)

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK