Marano. Controlli contro il coronavirus, denunciate 11 persone tra cui un pedone ed commerciante

Di Angelo Covino

Marano. Controlli delle forze dell’Ordine contro il coronavirus. Denunciate 11 persone tra cui un pedone ed commerciante.
Un 50enne di Calvizzano è stato denunciato dalla Polizia Municipale di Marano nell’ambito dei controlli predisposti dal comandante della Polizia Locale, Brigida Costa, per punire i trasgressori della nuova ordinanza per il contenimento dell’epidemia di coronavirus approvata nei giorni scorsi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il 50enne, fermato da una pattuglia, non ha fornito spiegazioni convincenti sul motivo per cui si trovasse in strada. All’uomo è stato contestato la violazione del codice penale, ossia l’inosservanza di un provvedimento adottato dall’Autorità per ragioni di giustizia o di pubblica sicurezza, o d’ordine pubblico o d’igiene. I controlli, iniziati sin dalle prime ore dell’alba, sono proseguiti anche nel primo pomeriggio. Il resoconto della mattinata è stato di 48 persone identificate e controllate sia appiedate che a bordo di veicoli e motoveicoli. La polizia municipale ha poi proseguito i controlli su attività commerciali.

Ma a scendere in campo non sono stati solo i vigili, ma anche i Carabinieri della Compagnia di Marano guidati dal Maggiore Gabriele Lo Conte. L’attività dei carabinieri si è concentrata sia nel territorio comunale di Marano, che nei comuni limitrofi territorialmente competenti. In particolare i militari dell’Arma, hanno denunciato una decina di soggetti che in un modo o, nell’altro, avevano infranto il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A Melito, per esempio, il titolare di una tabaccheria è stato denunciato per aver consentito l’utilizzo delle slot machine nonostante il divieto.

Controlli a tappeto sono stati adottati anche dalla Guardia di Finanza di Giugliano.

In particolare l’attività dei finanzieri si è concentrata sulle attività commerciali e sul rispetto dei prezzari imposti per legge. Diversi controlli sono stati effettuati nelle stazioni di servizio di alcuni distributori di benzina con annesso bar all’interno. I baschi verdi della Compagnia di Giugliano diretti dal Capitano Oscar Olivieri, stamattina hanno controllato alcune attività su Mugnano e Marano. E’ massima l’attenzione in questo particolare periodo sia dalle forze di polizia che dalla prefettura di Napoli, che invitano ad uscire solo se strettamente necessario e ad evitare soprattutto assembramenti di persone fuori agli uffici pubblici, caserme, farmacie, e negozi di generi di prima necessità. Come è noto, si può uscire da casa solo per lavoro, per fare la spesa (da soli) e per urgenze indifferibili, che necessitano di autocertificazione. Tale violazione può essere punita con l’arresto fino a un massimo di tre mesi