Meloni in visita a Giugliano: «Via i Rom dalla zona Asi, ci vuole l’Esercito»

“Le imprese vogliono lavorare, i Rom devono nomadare”. Lo ha detto questa mattina e lo ha ribadito poco fa sui propri canali social, Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia è stata questa mattina a Giugliano (Napoli), “insieme agli imprenditori che combattono ogni giorno contro roghi tossici e campi Rom e che non chiedono sussidi ma sicurezza”.

Presenti anche il il coordinatore cittadino di Fdi Pasquale Ascione ed il consigliere comunale Vincenzo Basile, che hanno accompagnato la Meloni durante la visita nella terza città della Campania.

“Qui c’è bisogno dell’esercito. Siamo nella zona industriale di Giugliano-Qualiano, dove insistono 75 imprese con 1500 dipendenti, ma anche 1500 rom. Ho visitato un campo rom dove dovrebbero vivere circa 350 persone ma ce ne sono più del doppio, con allacci alla rete elettrica del Comune di Giugliano e bambini che giocano a ridosso di una discarica a cielo aperto – ha dichiarato Meloni – Ci sono roghi tossici e di conseguenza un grande problema ambientale, che affligge i cittadini del comprensorio”.

Giugliano, Napoli: in diretta dal campo rom

Publiée par Giorgia Meloni sur Samedi 15 décembre 2018

Meloni ha poi incontrato alcuni imprenditori del posto che hanno chiesto alla parlamentare di accendere i riflettori su questa realtà. “Chiedono semplicemente di poter lavorare in condizioni normali . ha aggiunto l’esponente di Fdi – Invece si trovano in balia del degrado della disorganizzazione e del lassismo. Fratelli d’Italia vuole lo sgombero dei campi rom. I rom se sono nomadi devono compattarsi da nomadi. Devono vivere in piazzole di sosta al massimo per sei mesi e poi andare via, pagando le utenze. Altrimenti rinunciano allo ‘status’ di nomadi, godendo dei diritti e doveri uguali a quelli degli altri. I poveri usufruiscono dell’assistenza dello Stato ed i ricchi, e ne sono tanti tra i rom, si comportano da tali, acquistando casa, mandando i figli a scuola e non lasciandoli in condizioni disumane come queste”.