Malato di leucemia, Mihajlovic lascia l’ospedale e torna a casa in attesa del responso medico

Sinisa Mihajlovic ha lasciato il reparto di ematologia Seragnoli. L’allenatore del Bologna è stato dimesso dall’Ospedale Sant’Orsola questa mattina alle 11:30. Mihajlovic passerà i prossimi giorni a casa insieme alla moglie Arianna e alla sua famiglia, in attesa di conoscere la decisione dei medici per la gara con la Juventus. Il tecnico spinge per sedere in panchina allo Stadium, ma l’ultima parola spetterà all’equipe medica che lo tiene continuamente sotto controllo. Le cure contro la leucemia proseguono bene, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi. La battaglia contro questo brutto male è dura, ma Sinisa ce la sta mettendo tutta per uscire vincitore.

Malato di leucemia, Mihajlovic lascia l’ospedale e torna a casa in attesa del responso medico

Sinisa Mihajlovic ha lasciato il reparto di ematologia Seragnoli. L’allenatore del Bologna è stato dimesso dall’Ospedale Sant’Orsola questa mattina alle 11:30. Mihajlovic passerà i prossimi giorni a casa insieme alla moglie Arianna e alla sua famiglia, in attesa di conoscere la decisione dei medici per la gara con la Juventus. Il tecnico spinge per sedere in panchina allo Stadium, ma l’ultima parola spetterà all’equipe medica che lo tiene continuamente sotto controllo. Le cure contro la leucemie proseguono bene, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi. La battaglia contro questo brutto male è dura, ma Sinisa ce la sta mettendo tutta per uscire vincitore.

 

Leucemia. Mihajlovic, il discorso negli spogliatoi è da brividi: “Sono stato pazzo, ma ve l’avevo promesso” (26/8/2019)

Sinisa Mihajlovic in panchina è l’immagine simbolo della prima giornata di campionato. L’allenatore del Bologna da quaranta giorni combatte con una leucemia e aveva seguito tutta la preparazione, amichevoli comprese, a distanza. Ma nel pomeriggio di ieri ha lasciato l’ospedale Sant’Orsola del capoluogo emiliano nel quale si trova per le cure e ha raggiunto la squadra per guidarla direttamente.

Mihajlovic è arrivato con un’auto dietro al pullman della squadra. Tra i giocatori sorpresi per la presenza inattesa, Mihajlovic ha tenuto la consueta riunione tecnica che si tiene in albergo prima di partire per lo stadio, teatro della partita. Poco dopo è arrivata la conferma direttamente dalla società: “Mister Sinisa Mihajlovic ha raggiunto la squadra in albergo e sarà regolarmente in panchina”. All’ingresso in campo, Mihajlovic è stato accolto da un’ovazione da brivido.

Il tecnico ha seguito la partita fino al secondo minuto di recupero, poi è corso via dallo stadio accompagnato da ovazioni e applausi da parte di tutto il Bentegodi. Un atto di coraggio che ha catturato, senza volerlo, la copertina dell’interno primo turno di campionato. Verona e Bologna hanno pareggiato 1-1, durante il match, Sinisa ha diretto con grande lucidità la sua squadra che ha giocato con impegno massimo per onorare la propria guida.

“Vi avevo promesso che sarei stato con voi. E sono qui. Per qualcuno sono stato un pazzo a uscire dall’ospedale. Ma io volevo esserci. Io dovevo esserci”
.

Sarebbero state queste le parole di Mihajlovic alla squadra una volta entrato negli spogliatoi, riportate da ‘La Gazzetta dello Sport’. I giocatori, colpiti al cuore dal loro allenatore non sono riusciti a trattenere le lacrime.