Morte Nicola Marra, lo strazio della sorella: «Avevo un brutto presentimento…»

Una morte che ha sconvolto l’intera comunità di Chiaia, ma soprattutto che ha segnato la vita alla famiglia di Nicola Marra. Stiamo parlando del 21enne morto dopo la notte in discoteca tra sabato e domenica scorsa. A parlare, a distanza di giorni, è la sorella del giovane ragazzo ormai deceduto: «Avevamo un appuntamento. Io ho avuto un brutto presentimento. Non ci rispondeva alle chiamate, poi dagli amici abbiamo saputo che aveva perso il cellulare ma di lui nessuna traccia».
Ieri l’autopsia sul corpo di Nicola Marra. Tutti i segni ritrovati sul suo corpo sono compatibili con la caduta. Nico ha riportato un trauma cranico cadendo lungo il sentiero sul quale si era inerpicato. Prime indiscrezioni che non chiariscono, tuttavia, tutti i contorni di una vicenda sulla quale è stata aperta una inchiesta con l’ipotesi di morte come conseguenza di altro reato.
I comportamenti insoliti del 21enne. «Nicola non si era mai comportato in quel modo. Era un fratello stupendo -continua a raccontare la sorella- Atteggiamenti simili a quelli assunti in quella tragica notte, probabilmente, sono stati difficili da interpretare anche dai suoi amici. Amava l’adrenalina e soprattutto il nostro labrador». 
Adesso resta solo tanto dolore, insieme a qualche dubbio. La cosa certa è che se n’è andato un ragazzo splendido, solare. Un giovane che ha lasciato un vuoto incolmabile all’improvviso e, purtroppo, bisogna farsene una ragione.