Nasce il Napoli di Ancelotti: i nomi sul tavolo tra rumors e trattative

(archivio InterNapoli)

Le notizie hanno cominciato a rincorrersi nella tarda serata di ieri. Le voci sono rimbalzate come palle impazzite, da Roma a Napoli e viceversa. L’eco di una stretta di mano già avvenuta tra il Patron De Laurentiis e Carlo Ancelotti ha generato un calciomercato tutto nuovo. Sia nei nomi veritieri che in quelli ipotetici. Nelle ore precedenti lo scoppio della bomba ancelottiana, il web e la carta stampata era diventato un manifesto alla fuga da Napoli. La ciliegina sulla torta, è la frase con cui Marek Hamsik ha aperto al suo addio alla maglia di sempre (ne abbiamo parlato qui). Poi, dalla mezzanotte in poi, è nato un nuovo mondo. Darmian dallo United ed eventualmente soffiato alla Juventus, oppure Tolisso obiettivo mancato nel recente passato e tornato sulla lista della spesa di prepotenza. Sono nomi legati in qualche modo a quello di Carlo Ancelotti, sia tecnicamente che carismaticamente.

ancelotti-napoli-delaurentiis-calciomercato
Uno scatto diffuso da Mediaset: lo staff di Ancelotti e quello del Napoli a colloquio alla FilmAuro – Google

La lunga lista della spesa di Carlo Ancelotti: c’è da crederci?

Sulla lista della spesa ci entrerebbe di diritto anche Lucas Leiva, molto apprezzato da Ancelotti. E viceversa, si capisce. Il nome forte sarebbe Arturo Vidal: senza dubbio, il centrocampo azzurro è il reparto che subirà la rivoluzione più sensibile. Ma c’è attenzione particolare anche sul nuovo terzino destro. Ricevuto l’apprezzatissima conferma di permanenza di Elseid Hysaj, si vocifera sul corteggiamento a Carvajal. Ma non sarebbe il solo dal Real: Benzema è il nome forte delle ultime ore. In molti, per quanto riguarda il reparto offensivo, danno per vero l’interesse di Suso verso il progetto tutto nuovo targato Napoli. Stesso discorso, o forse potremmo addirittura parlare di conferme, per quanto riguarda il nuovo portiere. Ve ne abbiamo parlato ieri qui: Rui Patricio sembra destinato a vestire la camiceta numero uno del Napoli. Insomma, è una rivoluzione che è nata da qualche ora. Riordinare le idee non sarà semplice.