Coronavirus, tornano i contagi anche a Napoli: cresce l’allarme dopo Tufino e Mondragone

Coronavirus, nuovi contagi a Napoli
Coronavirus, nuovi contagi a Napoli

Torna a crescere la paura coronavirus in Campania. In particolare, tra Napoli e Caserta, sono tre le zone ‘attenzionate’ dalle autorità sanitarie. Oltre a Mondragone, diventata bomba sociale, a Tufino si sono registrati tre contagi in un circolo ricreativo. Il report quotidiano del comune di Napoli ha inoltre evidenziato due tamponi positivi sul territorio napoletano.

Nel bollettino, diventato bisettimanale, dell’Ente di Palazzo San Giacomo sono stati evidenziati due nuovi contagi. La situazione resta al momento sotto controllo ma cresce il timore della nuova ondata “annunciata” dagli esperti. Il numero totale di persone che in questi mesi sono risultate positive al coronavirus a Napoli è di 1.012 (due in più rispetto a martedì). Di queste 850 sono le persone guarite, 25 le attualmente positive al coronavirus e 5 i ricoverati. Nel dettaglio scende di uno il numero dei ricoverati in Ospedale (5) mentre resta stabile quello dei ricoverati in terapia intensiva, a quota 0. La maggior parte (20) si trova in isolamento domiciliare con sintomi lievi o assenti. I decessi sono 137, nessuno in più rispetto a martedì. Sei i guariti in più rispetto a martedì (850 contro 844). Con due casi, zero decessi e 6 guariti, scende a 25 il numero delle persone attualmente positive al coronavirus.

Coronavirus: il caso Mondragone

Resta alta la tensione ai palazzi ex Cirio di Mondragone. In città è in vigore la zona rossa decretata dalla Regione dopo l’emersione di un focolaio da Covid-19 che riguarda soprattutto cittadini bulgari, residenti in gran parte nel degradato complesso formato da cinque palazzi. Sono 49 i casi positivi, tutti bulgari con un solo italiano. Nella giornata di ieri, fino a notte fonda, sono continuati gli scontri tra le due comunità. Blocchi stradali, tafferugli e scontri in un giorno buio che ha portato alla luce una difficile convivenza. I disordini si sono conclusi intorno alle 2 di questa notte con un furgone bulgaro dato alle fiamme.

Paura anche a Tufino

Tre persone positive e 31 a cui saranno effettuati i tamponi. E’ Tufino, cittadina del Nolano, in provincia di Napoli, la città dove cresce l’allarme coronavirus.  Da quanto si apprende, tutti e tre i contagiati sarebbero assidui frequentatori di un circolo sportivo della città. Chiusura decisa sia per il circolo che per il mercato settimanale della città.