Dinner in the Sky
Dinner in the Sky

Quello della ristorazione, indubbiamente, è uno dei settori più colpiti dalla crisi legata al Covid. Ma un idea rivoluzionaria, quella del Dinner in the Sky, può dare nuovo slancio a questo ramo.

Anche a Napoli, come a Benevento, Caserta e Salerno, arriva il ristorante situato a 50 metri d’altezza, che ha già fatto il giro del mondo. Le tappe del centrosud saranno Napoli dal 2 al 6 giugno alla Fontana di Esedra della Mostra d’Oltremare e a Caserta dal 10 al 13 giugno nella storica cornice del Belvedere di San Leucio, organizzate da Wip Communication e Dits Italia. Prevista anche una tappa successiva a Salerno; prenotazioni su Etes. «Ciascun appuntamento sarà riservato a soli 22 ospiti comodamente seduti in poltrona, in assoluta sicurezza» si legge in una nota della società che organizza la cena-evento. Ovviamente saranno rispettate tutte le regole anti Covid, dalla sanificazione all’igienizzazione. Uno speciale sistema di paratie mobili garantirà il rispetto del distanziamento minimo attorno alla tavola.

Dinner in the Sky a Benevento

Il benestare del sindaco Clemente Mastella permetterà lo svolgimento dell’evento in piazza Castello: ad un passo dalla storia di una delle città più antiche e belle del mondo sarà possibile vivere il brivido di un’esperienza ad alta quota. Sarà possibile scegliere tra quattro opzioni: brunch, pranzo, apericena, cena con prezzi che vanno da 89 fino a 159 euro.

La struttura di Dinner in the Sky: tavolo di 5 tonnellate

La struttura di Dinner in the Sky è composta da un tavolo che permette, contemporaneamente, a 22 persone di pranzare a 50 metri di altezza. Il tavolo, che pesa 5 tonnellate, viene sollevato su 16 cavi di acciaio da una gru da 120 tonnellate. Durante l’evento è presente un team professionale di gestori di eventi e tecnici sul posto.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.