Prima ha controllato che non ci fosse nessuno, poi ha preso una sbarra di ferro ed ha mandato in frantumi la vetrina esterna di un negozio di scarpe che ha riaperto da poco, causa lockdown e restrizioni. Una volta dentro, il ladro ha rubato una cinquantina di scarpe: modelli nuovissimi, ma impossibili da rivendere. Il motivo? Sono tutte sinistre. 

Questo è quanto successo sul corso Garibaldi, nel centro di Napoli, di fronte alla stazione della Circumvesuviana. Sull’accaduto indagano i carabinieri, i quali tenteranno di risalire all’identità dell’autore del raid. Nelle immagini riprese da una telecamera di videosorveglianza, si vede l’uomo aspettare davanti al negozio. Poi, pochi minuti dopo, prende una sbarra di ferro ed un paio di guanti sotto una vettura parcheggiata nelle vicinanze ed ha spaccato il vetro del locale. Subito dopo l’uomo si è allontanato a piedi, con la refurtiva in una scatola di cartone.

Il piano per rubare le scarpe (non riuscito)

Le scarpe esposte, però, erano tutte sinistre e saranno dunque impossibili da rivendere sottobanco, cosa che l’uomo presumibilmente avrebbe voluto fare dopo il furto. I militari intanto continuano ad analizzare le immagini, per capire da dove proveniva il ladro e se ci fosse qualcuno ad aspettarlo.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.