Napoli. Ucciso per aver difeso una donna in pericolo, arrestato l’assassino

Napoli. Ucciso per aver difeso una donna in pericolo, arrestato l’assassino. Arrestato l’uomo accusato di aver ucciso Iurii Busuiok. Il drammatico episodio risale al 1 dicembre. Il muratore ucraino di 36 anni ha perso la vita di sabato sera davanti ad un locale frequentato da immigrati dell’Est Europa in via Mario Pagano, nella Sanità di Napoli.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, il ragazzo è intervenuto per porre fine ad una contesa. Busuiok ha accolto la richiesta di aiuto di una ragazza spaventata dal fidanzato. Sarebbe stato proprio il compagno della ragazza ad uccidere l’ucraino. Il presunto assassino è un polacco di 31 anni, in Italia senza fissa dimora, che lavora saltuariamente come operaio edile.

L’uomo è stato preso nei Quartieri Spagnoli e accompagnato in Questura. I magistrati Giuliano Caputo e Roberta Simeone lo hanno interrogato e per l’uomo è scattato il fermo. Attualmente si trova presso il carcere di Poggioreale. Avrebbe ammesso le sue responsabilità, affermando però di avere agito sotto l’effetto di alcol e di essersi reso conto solo successivamente di avere ferito mortalmente il ragazzo.