Reddito di cittadinanza, l’Inps pagherà gli arretrati per le domande in sospeso

In attesa che arrivi l’ultima ricarica del 2019, il reddito di cittadinanza continua a subire piccole ma sensibili variazioni. Nei giorni scorsi è stato dato il via libera all’erogazione del sussidio anche a favore dei cittadini extracomunitari che potranno usufruire anche degli arretrati. Chi aveva presentato domanda all’Inps già a partire da marzo 2019 ed era finora rimasta in sospeso, potrà incassare le mensilità arretrate.

Arretrati anche per la  pensione di cittadinanza

Arretrati non solo per chi usufruisce del reddito, ma anche della pensione di cittadinanza. A chi proviene da Buthan, Corea del Sud, Figi, Giappone, Hong Kong, Islanda, Kosov, Kirghizistan, Kuwait, Malaysia, Nuova Zelanda, Qatar, Ruanda, San Marino, Santa Lucia, Singapore, Svizzera basterà esibire la certificazione del patrimonio immobiliare posseduto.

 

Reddito di cittadinanza, l’Inps ha approvato il pagamento per le domande in sospeso

In attesa che arrivi l’ultima ricarica del 2019, il reddito di cittadinanza continua a subire piccole ma sensibili variazioni. Nei giorni scorsi è dato il via libera all’erogazione del sussidio anche a favore dei cittadini extracomunitari che potranno usufruire anche degli arretrati. Chi ha presentato domanda già a partire da marzo 2019, infatti, potrà ora incassare le mensilità arretrate

Arretrati anche per la  pensione di cittadinanza

Arretrati non solo per chi usufruisce del reddito, ma anche della pensione di cittadinanza. A chi proviene da Buthan, Corea del Sud, Figi, Giappone, Hong Kong, Islanda, Kosov, Kirghizistan, Kuwait, Malaysia, Nuova Zelanda, Qatar, Ruanda, San Marino, Santa Lucia, Singapore, Svizzera basterà esibire la certificazione del patrimonio immobiliare posseduto.