Patto per la droga sul litorale Domizio, 6 arresti su indagine della DDA di Napoli

Nella mattinata odierna, nei comuni di Mondragone (CE) e Frignano (CE), i militari del Nucleo Investigativo di Caserta hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, nei confronti di 6 persone, ritenute, a vario titolo, responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

La misura cautelare riguarda elementi ritenuti vicini a gruppi della criminalità organizzata radicati della zona di Mondragone, tra i quali, FIORILLO NinoPIETROPAOLO Serafino e RAZZINO Domenico, i quali – avvalendosi del potere intimidatorio derivante da tale appartenenza – si sono imposti nella gestione del traffico di sostanze stupefacenti lungo il litorale domitio in collegamento con alcuni cittadini albanesi, fornitori dello stupefacente.

I provvedimenti cautelari (4 in carcere e 2 agli arresti domiciliari) costituiscono il risultato di un’attività investigativa avviata nel maggio 2017 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, che ha consentito di recuperare oltre 40 kg di stupefacenti (tra hashish e marijuana), nonché materiale idoneo al confezionamento.

L’attività ha infatti accertato l’esistenza e l’operatività di un’associazione per delinquere composta da italiani e albanesi dedita all’importazione, proprio dall’Albania, di sostanze stupefacenti da commercializzare nel territorio italiano, utilizzando come canali di ingresso alcuni porti della Puglia.