Polemica Renzi-Ferragni, Fedez interviene in difesa della moglie
Polemica Renzi-Ferragni, Fedez interviene in difesa della moglie

L’Italia è il paese più trans fobico d’Europa. E Italia Viva con Salvini si permette di giocarci su. Politici che schifo che fate”. Queste le parole di Chiara Ferragni nella sua ultima storia su Instagram. Parole che hanno portato a scatenare un vero e proprio botta e risposta con Matteo Renzi.

Le parole della Ferragni

«La triste verità è che nonostante una legge che tuteli donne, disabili e persone appartenenti alla categoria lgbt serva nel nostro paese e sia attiva nel resto d’Europa da decenni, in Italia non verrà mai approvata perché la nostra classe politica preferisce guardare sempre il proprio interesse personale.»

Si continua poi cosìLa tutela contro l’odio di queste categorie dovrebbe essere obiettivo di tutta la popolazione e di tutti i partiti politici. E il fatto che il ddl zan probabilmente non verrà mai è una grande sconfitta per ognuno di noi»

La risposta di Renzi

Renzi ha ribadito tutti i punti su cui Italia viva chiederà modifiche (punti su cui c’era l’accordo anche di Italia viva nel primo voto alla Camera). Secondo l’ex premier il “compromesso” è necessario per salvare il provvedimento. Si dimentica però di dire che è proprio quel compromesso imposto e sponsorizzato da chi era prima seduto al tavolo dei promotori a rischiare di far saltare tutto.

In seguito Renzi nel twitt ha concluso definendo la Ferragni “professoressa” e chiedendole un confronto diretto sempre che essa ne abbia il coraggio.

L’intervento di Fedez

Oggi questa polemica non si è affatto esaurita. Infatti il marito della Ferragni , il cantante chiamato in arte Fedez, è sceso in difesa della moglie. Ribattendo a Matteo Renzi in modo molto piccato. La risposta di Fedez ha fatto la sua comparsa su Twitter, poco prima della partita, riprendendo il twitt dell’ex premier.

Il cantante scrive queste parole: «Stai sereno Matteo, oggi c’è la partita. C’è tempo per spiegare quanto sei bravo a fare la pipì sulla testa degli italiani dicendogli che è pioggia»

A Renzi il tempo non maca per rispondere alla Ferragni?

L’ex premier, che da un po’ è ritornato tra interviste e dirette Facebook, sembra che non abbia mai molto tempo per rispondere alle domande postegli sul Ddl zan, legge che stesso i suoi parlamentaristi abbiano scritto. Soprattutto, sembra evadere le domande sul perché esso sia a rischio e perché si dica che manchino proprio i voti dei suoi parlamentaristi. Ma abbia tempo da passare su Twitter a rispondere ad accuse della Ferragni che non erano rivolte prettamente ad egli.

Renzi ha ribadito tutti i punti su cui Italia viva chiederà modifiche (punti su cui c’era l’accordo anche di Italia viva nel primo voto alla Camera).

Secondo l’ex premier il “compromesso” è necessario per salvare il provvedimento. Ma si dimentica di dire che è proprio quel compromesso imposto e sponsorizzato da chi era prima seduto al tavolo dei promotori a rischiare di far saltare tutto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.