Pompe funebri, una condanna e un’assoluzione per i Cesarano

Un'assoluzione piena e una condanna a 6 mesi di carcere per i Cesarano
Un'assoluzione piena e una condanna a 6 mesi di carcere per i Cesarano

Un’assoluzione piena e una condanna a 6 mesi di carcere. Questa la sentenza emessa col rito Abbreviato poco fa dal gup della XVII Sez. del Tribunale di Napoli, dott.ssa Anna Imparato, nei confronti di Ciro e Attilio Cesarano, imprenditori nel campo delle onoranze funebri. Ciro Cesarano (difeso dagli avvocati Luigi Senese e Maria Pia Anastasio) ha incassato sei mesi di reclusione e il pagamento di 2mila euro di multa (pena sospesa, per detenzione e porto abusivo armi); per Attilio (difeso dall’avvocato Luca Gili) invece c’è stata l’assoluzione dai vari capi di imputazione perché il fatto non sussiste e per non aver commesso il fatto.

Le richieste contro i Cesarano

Il pm Henry John Woodcock aveva chiesto 7 anni e sei mesi per Ciro Cesarano e 3 anni e sei mesi per Attilio.  L’inchiesta era nata dalle dichiarazioni di Angelo Tarantino, un altro imprenditore dello stesso settore che aveva denunciato il monopolio dei Cesarano.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.