32.3 C
Napoli
sabato, Luglio 2, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Da fedelissimo del ras Napoleone alla conquista di Arzano, il profilo di Luigi ‘o sicc


Un profilo ben inserito nelle dinamiche criminali di Arzano. Uno che ha scalato rapidamente le gerarchie della 167 divenendo elemento di punta del clan Cristiano-Mormile. Questo il profilo di Luigi Piscopo ‘o sicc, il latitante arrestato ieri mattina dai carabinieri (leggi qui l’articolo). Il giovane, nella calda mattinata di domenica, è stato fermato mentre si apprestava a raggiungere la spiaggia di Baia Azzurra a Sessa Aurunca, ad attenderlo vi erano i militari dell’Arma che gli hanno impedito di raggiungere l’arenile. L’uomo si era dato alla macchia dallo scorso 25 aprile: quel giorno si era sottratto ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in virtù della quale i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna avevano arrestato 27 persone, tra boss e gregari del suo gruppo.

Il profilo di Luigi Piscopo

Secondo diversi collaboratori di giustizia l’uomo si è rivelato determinante per la conquista di Arzano da parte della fazione scissionista capeggiata da Renato Napoleone e dalla famiglia Cristiano. Il primo a parlare di lui è stato Paolo Caiazza che ha raccontato:«Lo conosco da tempo perché ha sempre rubato auto e poi io le facevo recuperare ai proprietari o gratis se erano amici miei o dietro pagamento. Per come mi chiede io sono certo che il Napoleone dopo la cattura di Riccio ha conquistato Arzano, avvalendosi oltre che della collaborazione di Russo, Amirante Dario e Gambino Angelo che erano Amato-Pagano e anche di persone di Arzano, che io conosco, almeno alcune, ma non so se prima dell’arrivo di Napoleone fossero legate a qualche clan. Tali sono Pasquale Pitistic che era di Arzano, Luigi ‘o sicc, Peppe che non conosco, perché l ’ho visto una sola volta con Napoleone; preciso che l’unica volta che l ’ho visto vi erano anche Pasquale Pitistic e Luigi o sicc. In questo momento non ricordo altre persone. Per come mi chiede questa conquista ha portato all’omicidio del centro estetico. Per come mi chiede la conquista di Arzano è stata possibile anche con l’aiuto di persone vicine ai Belgiorno, che all’epoca erano detenuti, tra cui proprio Luigi ‘o sicc». In una conversazione intercettata dai carabinieri e allegata all’ultima ordinanza contro i clan di Arzano emerge un altro particolare ritenuto altamente significativo del ruolo di Piscopo all’interno del clan. I due interlocutori discutono della scissione tra i Cristiano e i Monfregolo e della rivalità nata tra i due gruppi. Ad un certo punto alludono proprio del ruolo di Piscopo:«Luigi ‘o sicc sta cercando i Monfregolo come un kamikaze».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Reddito di cittadinanza, ecco la stretta: si perde rifiutando anche offerte di privati

Arriva la stretta al reddito di cittadinanza che, nelle intenzioni, punta a risolvere il problema della carenza di manodopera,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria