Non arriva la ricarica del reddito di cittadinanza, uomo distrugge l’ufficio postale

Ha letteralmente devastato l’ufficio postale a Piove di Sacco (Padova) perché non gli era stata ricaricata la card del reddito di cittadinanza. A compiere l’insano gesto Un quarantenne marocchino senza fissa dimora, poi bloccato dai carabinieri. Inutile il tentativo da parte degli addetti alle Poste di far capire all’immigrato che doveva rivolgersi all’Inps, l’extracomunitario non ha voluto saperne di darsi una calmata e, dopo aver messo a soqquadro l’intero ufficio, ha scagliato la sua rabbia contro il Postamat.

 

Reddito di cittadinanza – La dinamica dell’accaduto

La vicenda è avvenuta martedì. L’uomo si è presentato nell’ufficio postale di via Zavarella chiedendo di poter prelevare soldi dalla sua card del reddito di cittadinanza. Quando gli hanno comunicato che sulla tessera non era arrivato il bonifico mensile ha dato in escandescenze. Ha devastato l’ufficio e sfogato la rabbia contro le vetrate, prima di completare l’opera con il Postamat. Sul posto sono prontamente giunti i carabinieri che lo hanno bloccato.

Ha letteralmente devastato l’ufficio postale a Piove di Sacco (Padova) perché non gli era stata ricaricata la card del reddito di cittadinanza. A compiere l’insano gesto Un quarantenne marocchino senza fissa dimora, poi bloccato dai carabinieri. Inutile il tentativo da parte degli addetti alle Poste di far capire all’immigrato che doveva rivolgersi all’Inps, l’extracomunitario non ha voluto saperne di darsi una calmata e, dopo aver messo a soqquadro l’intero ufficio, ha scagliato la sua rabbia contro il Postamat. 

 

La dinamica dell’accaduto

La vicenda è avvenuta martedì. L’uomo si è presentato nell’ufficio postale di via Zavarella chiedendo di poter prelevare soldi dalla sua card del reddito di cittadinanza. Quando gli hanno comunicato che sulla tessera non era arrivato il bonifico mensile ha dato in escandescenze. Ha devastato l’ufficio e sfogato la rabbia contro le vetrate, prima di completare l’opera con il Postamat. Sul posto sono prontamente giunti i carabinieri che lo hanno bloccato.