Caso “Santa Caterina”: annunciato sit in, ma si presenta un solo residente

(Immagine di repertorio - archivio InterNapoli)

E’ indubbiamente una settimana particolare. Sia per l’Amministrazione Comunale che per i residenti di via Santa Caterina. Durante la conferenza stampa “fiume” di giovedì scorso, sono state fatti annunci importanti. In breve, la “cantierizzazione” dell’area interessata dal crollo della carreggiata e, finalmente, l’inizio dei lavori. Sono stati date, inoltre, indicazioni circa la spesa che il Comune di Giugliano si appresta a sostenere. Si tratta di lavori per una spesa iniziale di 1,5 milioni di euro, fino al raggiungimento di una spesa monstre di 10 milioni di euro per il rifacimento e/o la messa in sicurezza di tutto il tratto di strada che insiste, attualmente (nonostante il palese caso di abusivismo edilizio) sull’Alveo. Per scongiurare i ritardi, durante un’assemblea cittadina è stato annunciato un sit in di protesta al Comune di Giugliano se i lavori non fossero partiti entro martedì mattina. Dei presenti, si è presentato, però, si è presentato un solo residente.

redisente-assemblea-santa caterina-giugliano
Il flayer dell’assemblea dei residenti di via Santa Caterina – archivio InterNapoli

I cantieri non partono, al sit in si presenta un solo residente

All’assemblea cittadina hanno partecipato i Consiglieri Comunali Nicola Palma, Anna Russo e Alfonso Sequino. Questa mattina, come deciso, è partito il sit in al Municipio, dato lo stallo per quanto riguarda la partenza dei lavori. Dei circa 40 residenti presenti all’assemblea e delle centinaia di abitanti del quartiere messo a dura prova dall’emergenza, in via Santa Caterina, si è presentato solo una persona. «Si tratta di Francesco, uno dei rappresentati dell’associazione Polis– sottolinea Nicola Palma del M5s – che non è nemmeno un residente». Un vero controsenso se si pensa alla tensione alle stelle delle ultime settimane e all’attenzione richiesta a gran voce convogliata, poi, in un’assemblea pubblica.