“Sarà”, il nuovo video di PeppOh e Dj Cioppi targato ‘AreaNordAmmò’

di Ada Palma

Notte fonda, quasi l’alba e da una finestra di un palazzo al Nord di Napoli, un giovane uomo chiuso nella sua stanza  continua a scrivere le sue canzoni, come un flusso continuo senza fermarsi d’emozioni che non si arrestano.

Dalla sua finestra l’alba inizia a dare luce al nuovo giorno, su quella periferia spesso ghettizzata  ma è proprio da lì, dai quei quartieri che nasce la poesia tramutata in musica, le urla dei silenzi che iniziano ad uscire fuori e a raccontare a raccontarsi, usando spesso  la lingua napoletana per esprimersi come cita in una sua canzone: “Song’e ttrè e stong ancor cu stu ccafè, l’agg’ fatt bell astritt’ astritt’ comm piac’a mmè e a chest’or è ancor cchiù special’ stesso posto, stessa cos’ d’ajer ma oggi nient’è tal’e qqual’ afor’a stu barcon’ ogni fatt’ piglj spiritualità” . PeppOh al secolo Peppe Sica, cantautore, classe 1980 che  sin da quando aveva 13 anni, ha iniziato a comprendere l’ importanza di poter comunicare  con la sua voce, tutto quello che aveva dentro e che lo circondava, scoprendo il rap e la cultura Hip-Hop. IL 2015 segna una data importante, l’inizio del percorso che porta alla nascita del primo album ufficiale, che va sotto il nome di “Sono un cantante di Rap”: si tratta di un LP composto da quindici tracce, un lavoro in cui riecheggiano le influenze musicali che hanno segnato il percorso di crescita del rapper napoletano, e che vanno dal blues, al soul fino al reggae.  Il successo esplode con la pubblicazione nel 2016, del brano “Chesta Nott’”, terzo singolo di PeppOh estratto dal suo primo album, con un videoclip girato a San Martino e da dove si poteva ammirare tutto lo splendore di Napoli e che supera in breve le 500 mila visualizzazioni, a seguire esce il suo secondo album nel 2019 “ Nuvole Nuove”.

Nel 2017 entra a far parte del progetto “Terroni Uniti” con la canzone corale “Gente do Sud” , alla quale partecipano molti artisti della scena musicale napoletana  in difesa del proprio territorio. Il  2019, rappresenta un punto di svolta, nasce il progetto “AREANORDAMMÒ” , che rappresenta la scommessa artistica di un Cantautore, PeppOh  ed un Producer, DJ Cioppi e come amano definirsi  “Il covo di chi, nel bene o nel male,  racconta ciò che vive,  alternando sostanza e leggerezza in un cocktail di narrativa, non è solo appartenenza geografica ma un saper campare, è dare uno spunto a chi ha voglia di fare.  È quel Sogno continuo  che parte dalla periferia dell’Anima  per raggiungere il centro del Cuore. È un’idea in movimento, rumorosamente silenziosa come un viaggio in metropolitana”.

Il nuovo progetto sarà un album a tutti gli effetti, non saranno fatte copie fisiche almeno per l’ inizio, in primis per una questione ecosostenibile, il primo sarà il metodo di distribuzione digitale, avendo anche un sito “www.areanordammo.com”. In piattaforma è stato già lanciato il video della nuova canzone “Sarà”, che rappresenta una rinascita, un cambiamento e un credere in modo  continuo quello che il futuro ha in riserva per noi . Usando le immagini dei bambini, come simbolo di una nuova nascita, un bimbo non ha pregiudizi e neanche bandiere, vuole solo crescere e capire al meglio: “Continuare a crescere e a credere in questo progetto musicale”. PeppOh, ci racconta il valore della  periferia: “Essere della periferia, la definisco la perenne palestra di vita, significa combattere due volte, sia contro i tuoi sogni che spesso vengono negati, sia spesso contro l’ ignoranza della gente che non capisce le tue ambizioni,  anche se intorno a me e anche il dj Cioppi ci sono molte persone che ci appoggiano, perchè hanno capito che stai creando qualcosa di positivo  e  non non vogliamo mercificare a tutti costi il valore  di “Periferia”. Una cosa semplice ma veramente difficile da far capire e noi ci proviamo tutti i giorni.

Nel bene e nel male la periferia ti forma, nel bene può essere un’ isola felice dove ti crei il tuo modo, nel male per lo stesso motivo ti può far  chiudere nei tuoi orizzonti mentali. Ruolo importante è anche la questione sociale, perché c’è quel lato umano che non va mai abbandonato, ad esempio con “I terroni Uniti”, con i vari sostegni a gruppi e movimenti sociali, perché fa capire che c’è dell’ altro, prima dell’ essere artista c’è l’ essere umano”.

Una Nuova esperienza ora gli toccherà a breve, anzi un ripetere una primissima esperienza vissuta nel 2016,  dove è arrivato nei 16 finalisti che compongono la compilation di Musicultura, il concorso al quale ha partecipato dove ha ricevuto anche i complimenti di Enzo Gragnaniello. Quest’ anno dopo l’ascolto dei brani degli oltre 750 musicisti iscritti alla 31^ edizione del concorso, è stato riconvocato tra le  53  nuove proposte della canzone italiana convocate a Macerata dove si esibirà il 5 Marzo  con tre brani: “ Totale”, “ Where is the  Rapstar” ed un inedito.  Napoli ‘Son e lo fa grazie ad artisti come PeppOh, che non smettono mai di crederci.