Ragazzina prende pistola del padre per un selfie ma si spara alla testa

Una ragazzina di 13 anni si è sparata in pieno volto accidentalmente con la pistola del papà mentre si scattava un selfie. L’adolescente di Mosca è sopravvissuta al terribile incidente. Ma è in ospedale con gravi lesioni facciali, compresa la rottura di una mascella.

Il rapporto della polizia dice chiaramente che la tredicenne «ha preso la pistola del padre senza il suo permesso, si è chiusa a chiave nella sua cameretta per scattare la foto con l’intenzione di pubblicarla sui social media per impressionare i suoi amici».

Ma qualcosa è andato storto. Dopo essersi messa in posa, infatti, è esploso il proiettile che inevitabilmente l’ha presa in volto. I genitori, che erano dall’altra parte della casa, dopo ave udito lo sparo sono corsi nella sua stanza, hanno sfondato la porta e si sono trovati davanti una scena raccapricciante. Il fatto – riporta Leggo – è avvenuto nella loro casa di campagna a Mytishchi, Mosca, durante il weekend.

Olga Vradyi, un funzionario del comitato investigativo russo, ha confermato: «La giovane ha accidentalmente premuto il grilletto e si è sparata in faccia». Suo padre ora dovrà affrontare la giustizia per non aver adeguatamente tenuto l’arma in un posto protetto. Dai primi riscontri l’uomo aveva la licenza e aveva regolarmente registrato la pistola che aveva acquistato con lo scopo di «proteggere sua moglie e sua figlia dagli intrusi nella loro casa di campagna».