21.7 C
Napoli
lunedì, Giugno 24, 2024
PUBBLICITÀ

Tre virus allarmano l’Italia, quali sono i sintomi e come proteggersi

PUBBLICITÀ

Oltre al covid, l’autunno si sta preparando ad aprire le porte ad altri due tipi di virus, ossia quelli influenzali e il RSV (virus respiratorio sinciziale). 

Il fenomeno della “Triplendemia”, battezzato così dagli scienziati americani, vedrà quindi tre diversi virus circolare contemporaneamente, e che destano molta preoccupazione per i numeri in crescita in questo inizio di stagione.

PUBBLICITÀ

“POSSIBILITA’ DI ESSERE COLPITI DAI TRE VIRUS MOLTO CONCRETE”

Secondo Giovanni Maga, direttore del Cnr di Pavia, le probabilità di essere colpiti dai tre virus sono molto concrete. In un intervento a Sky Tg24, Maga ha voluto sottolineare la bassa percentuale di vaccinati tra i bambini, non vaccinati contro il Covid e poco contro l’influenza. Tra l’altro, i più piccoli sono maggiormente soggetti a infettarsi per via delle scuole e degli asili. Il professore ha inoltre aggiunto che la risposta alla vaccinazione da parte dei bambini rimane limitata perchè i genitori ne trascurano l’importanza. Mentre per quanto riguarda il virus respiratorio sinciziale, ha ribadito che purtroppo non ci sono al momento vaccini per contrastarlo, evidenziando quanto il virus RSV colpisca in modo particolare i più piccoli a causa di bronchioliti o affezioni bronchiali, causando a livello europeo circa diecimila casi all’anno e purtroppo anche decessi.

Sempre secondo Giovanni Maga, quello che sta iniziando è un periodo a forte rischio, con la probabilità che arrivino nuove varianti del Covid-19 e il conseguente aumento delle infezioni. Da qui l’importanza del vaccino, soprattutto tra i bambini. Negli ultimi due anni, si è riscontrato infatti quanto gli anziani sottoposti al vaccino antinfluenzale avessero una protezione maggiore contro il virus RSV.

ANCHE L’OMS INVITA A VACCINARE

Anche l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha invitato a vaccinarsi sia contro il covid che contro il virus dell’influenza.

Queste le parole, attraverso una dichiarazione comune scritta, del commissario alla Salute Stella Kyriakides, del direttore regionale dell’Oms per l’Europa Hans Henri P. Kluge e il direttore dell’Ecdc, Andrea Ammon: “Con l’arrivo dell’autunno e inverno, è prevedibile anche la recrudescenza dell’influenza. Alla luce di ciò, riconfermiamo la necessità di proteggere la salute delle persone, in particolare dei più vulnerabili, utilizzando tutti gli strumenti disponibili, compresa la vaccinazione. Le misure di preparazione devono continuare nella Regione Europea, non dobbiamo abbassare la guardia”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Vergogna a Roma, spunta uno striscione che inneggia l’assassino di Ciro Esposito

"Daniele De Santis figlio di Roma!". Nella Capitale ancora una scritta inneggiante a Daniele De Santis, l'ultras romanista condannato...

Nella stessa categoria