Uccise benzinaio nel Casertano, killler condannato a 24 anni carcere

(Andreas Krebs, il killer, e Massimo Neiviller, la vittima - archivio InterNapoli)

I giudici della Corte di Assise di Santa Maria Capua Vetere, hanno condannato a 24 anni di reclusione l’autore di un omicidio commesso nel 2016, ai danni del titolare di una stazione di servizio di Cellole.

L’imputato, di origine tedesca, Andrea Krebs, uccise a coltellate Massimo Neiviller, a seguito di una rapina alla quale il gestore aveva reagito.

L’omicida fu identificato anche grazie alle dichiarazioni rese dalla vittima prima di morire ma riuscì a fuggire in Germania evadendo dagli arresti domiciliari. Fu arrestato dopo due anni ed estradato in Italia. L’accusa aveva chiesto 24 anni di pena, richiesta accolta in pieno dalla Corte.