Violenta per anni la nipotina, orco l’aveva convinta che fosse amore

È stata avvicinata da un familiare quando aveva solamente 14 anni. Lui ne aveva più del doppio e, approfittando della sua autorità da adulto, avrebbe instaurato con la minore un rapporto sempre più stretto, fino a diventare per lei un punto di riferimento nel suo cammino di crescita. Passo dopo passo, si sarebbe inserito in maniera subdola tra le fragilità della ragazzina, sorpassando il confine che divide il campo del lecito da quello dell’illecito.
Ed è così che l’uomo, secondo quanto contestato dalla procura, avrebbe iniziato a riservare alla minore delle attenzioni morbose, arrivando fino alle molestie sessuali e facendole credere di vivere in una sorta di storia d’amore sui generis, fatto di eccessi e abusi alcolici. È probabilmente per comprare il suo silenzio che il familiare (si tratta di uno zio acquisito della vittima) era solito riempirla di regalie: non solo soldi, ma anche ricariche e viaggi. In occasione di uno dei primi rapporti sessuali – riporta Leggo – avrebbe ripagato la minore con la somma di 500 euro. Gli abusi sarebbero durati per almeno cinque anni.