18.7 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

GIUGLIANO. SLITTA A VENERDI’ L’APPUNTAMENTO CON LA NUOVA GIUNTA


La promessa era che entro il 20 Aprile a Giugliano sarebbe stata formulata la nuova giunta, ma ora l’appuntamento con quella promessa slitta di qualche giorno. A quanto pare infatti, fremono ancora i preparativi in casa Taglialatela per riuscire a ricompattare un organico che, dallo scorso 11 di aprile aveva rinunciato coralmente al proprio mandato rassegnando le dimissioni. Ad un giorno di distanza dalle elezioni politiche infatti, così come si prevedeva, i cinque assessori politici della città, rinunciavano alle proprie deleghe per consentire al Primo cittadino di ricomporre uno staff amministrativo capace di gestire la cosa pubblica. Il sindaco dunque, si rimboccava le maniche e si metteva all’opera per formulare una nuova compagine con l’accordo dei partiti della sua coalizione. E se la scorsa settimana Tagliatatela prometteva che nell’immediato dopo Pasqua Giugliano avrebbe avuto un nuovo staff, attriti vari hanno fatto slittare la data delle presentazioni alla fine di questa settimana. Interpartitici, accordi tra i vari capigruppo, riunioni al cospetto di un sindaco sempre ottimista, sono le tappe attraverso le quali si sta articolando il percorso verso il terzo gruppo assessorale giuglianese da quando a sedere la prima poltrona è Francesco Tagliatatela. E’ dal lontano 2003 infatti che quest’amministrazione di sinistra centro non sembra trovar pace. La prima giunta cadde a pochi mesi dall’insediamento. Faceva seguito nel novembre del 2004, la nuova sequela di nomi tra i quali quelli di molti tecnici. Ma neanche questa giunta tecnica ha superato l’esperimento e, pezzo dopo pezzo, negli ultimi mesi il palazzo di vetro di corso Campano, ospitava ben quattro poltrone vacanti.

A contendersele, i vari partiti della coalizione, anche quelli con meno rappresentanti in consiglio che, non senza giusta ragione, reclamavano un’espressione tra i delegati all’amministrazione. Ed è proprio il continuo recalcitrare di alcuni gruppi consiliari facenti capo alla Maggioranza che ha ad un certo punto costretto il sindaco a rivedere la propria compagine e a considerare le reiterate richieste di azzeramento che da essa stessa provenivano. Ebbene, mostrando maturità e coscienza, i cinque assessori rimasti in carica, escluso il tecnico Morniroli, assessore alle politiche sociali, la settimana antecedente le festività pasquali rassegnavano le proprie dimissioni, e da allora, è Francesco Tagliatatela che prova a quadrare il cerchio. L’unica cosa che il sindaco si è per il momento limitato a garantire, è l’accordo tra i vari gruppi circa le nuove deleghe. Smentisce le voci secondo cui ad ottenere qualche mandato potevano essere l’ex europarlamentare Antonio Iodice, così come non conferma la possibilità di affidare una qualche delega anche ad una donna. E da più fronti le voci concordavano sulla possibilità che ad ottenere una delega fosse Antonella Pianese, nella precedente compagine, consigliera dell’Udeur, uno di quei partiti ai quali, assieme ai Repubblicani, ora Tagliatatela promette tra le righe una più massiccia rappresentanza in consiglio. Allo scadere dunque delle data prestabilita per riformulare il nuovo organico, nessun nome o numero viene fuori dalla maggioranza retta dal sindaco, l’unico dato vero è che questa terza giunta come primo obiettivo, avrà quello di dover provvedere all’approvazione del bilancio prevista per lo scorso 31 marzo, ma ora prorogata al prossimo 31 maggio. Intanto la città resta in attesa di vedere finalmente assestati gli equilibri tra le varie emergenze da affrontare, prima delle quali, la sempre latente precarietà di una giunta che strada facendo ha mostrato non poche debolezze, le stesse a sostegno delle quali ora il sindaco garantisce innesti oltre che possibili riconferme.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Torna la paura a Soccavo, 2 colpi di pistola esplosi contro il cognato del boss

Antonio Ernano è stato ferito in via Vicinale Palazziello nel quartiere Soccavo. Dopo l'agguato la vittima ha raggiunto autonomamente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria