19.2 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

MARANO/3. LA GIACCIO: «ELIMINERO’ L’ICI E RIDURRO’ LA TARIFFA SUI RIFIUTI»


Teresa Giaccio è il candidato sindaco per la Casa Delle Libertà. Unica donna a rincorrere la poltrona dorata nell’esecutivo che verrà a breve a designarsi a Marano, è lei a portare su di sé l’onere e l’ onore di una insolita e rara “candidatura rosa”. “Mi candido per uscire dagli schemi settari dei partiti – dichiara – per cambiare una città per anni offesa, unitamente ai suoi abitanti”.





Essendo una donna, quale sarà la sua strategia politica? Intende circondarsi di molte donne nell’amministrazione?


Sarò affiancata da donne ed uomini capaci di dare un grande apporto per migliorare la nostra città.





Quale sarà il primo atto da sindaco, se dovesse vincere?


Non ci sarà un primo atto. Si inizierà un lavoro a 360 gradi, che recuperi questa città, rimasta indietro per via dell’incapacità amministrativa con cui è stata governata.





Quali sono i punti salienti del suo programma?


Risanamento dei conti e condono fiscale. Eliminazione Ici. Riduzione canone acqua e spazzatura. Realizzeremo un termodistruttore autonomo per garantire lavoro e risparmio per il riscaldamento e l’illuminazione. Trasparenza amministrativa. Ampliamento di strade quali l’asse viario via Casalanno Pendine Quarto Prolungamento via Falcone. Delocalizzazione mercato ortofrutticolo con relativo ampliamento della villa comunale del Ciaurro. Ampliamento e ristrutturazione cimitero. Garantiremo, inoltre, lo sviluppo e la nascita di aggregazioni produttive per garantire lavoro e imprenditorialità ai giovani e meno giovani. Creazioni di municipalizzata per dare opportunità di lavoro. Ammodernamento e completamento delle strutture scolastiche esistenti. Istituzione di una sede distaccata di una Università. Realizzazione di una biblioteca comunale e di un museo storico contadino.





Marano ha i problemi di una grande città. Come intende risolvere quelli più delicati, quali il traffico, l’abusivismo edilizio? Cosa intende fare, poi, a proposito dei centauri che non indossano il casco?


Bisognerà prima di tutto mettere mano ad una revisione del piano di viabilità. Per quanto concerne l’abusivismo edilizio, occorreranno opere di controllo e prevenzione sul territorio. Per concludere ottimizzeremo il corpo dei vigili urbani con mezzi e strutture. Creeremo la figura del vigile di quartiere quale sinonimo di sicurezza a assistenza del cittadino. Istituiremo la nuova figura del “Vigilino”, una entità operativa che aiuterebbe non poco a risolvere i problemi del mancato uso del casco e dei vari abusi e infrazioni che si commettono.




Per i giovani quali programmi ha in mente?


Darò loro la certezza di vivere in una città in grado di offrire delle opportunità di lavoro, centri di aggregazione, li aiuteremo a valorizzare le loro capacità in tutti i campi, tra cui quello dello sport, dello spettacolo e artistico.




Ha già in mente le persone che potrebbero affiancarla nel compito di “governare” questa cittadina?


Si, sono persone che per competenze e capacità daranno un imput di grande qualità alla nostra città.




Cosa ne pensa dei tredici anni di amministrazione Bertini?


Bertini e la sua giunta sono stati gli uomini delle occasioni mancate. Basti pensare alla perdita del Tribunale, ma forse non si sono resi conto di ciò che si è perso. Non sono stati, inoltre, capaci di far pervenire al nostro comune fondi dall’Unione Europea. Quel poco che è stato realizzato, e per giunta anche male, è stato fatto accendendo mutui e indebitando il comune in modo spaventoso. Noi adotteremo una linea diversa da quella accentratrice della amministrazione uscente, lavorando in sinergia con una squadra preparata e al servizio della città.




Cosa pensa del suo avversario politico Campanile?


Campanile non è di Marano. Ha già fatto l’assessore senza lasciare alcun segno. Come può pensare di voler fare il sindaco di una città che non conosce?




E di Perrotta, cosa pensa?


Non ritengo Perrotta all’altezza del ruolo che gli si vuole far ricoprire. Ho conosciuto la sua attività di consigliere comunale, dedita per lo più’ allo scambio di poltrone ad al salto su quella più’ conveniente. Oggi egli è ancora presidente del consiglio comunale di Bertini, ha nelle sue liste assessori ancora in carica nella giunta Bertini. La loro coalizione è la continuità degli uomini senza volto di Bertini.




E cosa dice di Carandente?


E’ l’eterno candidato sindaco. Tutti costoro, comunque, non sono miei avversari, ma avversari della città.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Torna la paura a Soccavo, 2 colpi di pistola esplosi contro il cognato del boss

Antonio Ernano è stato ferito in via Vicinale Palazziello nel quartiere Soccavo. Dopo l'agguato la vittima ha raggiunto autonomamente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria