25.3 C
Napoli
venerdì, Maggio 27, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

ELEZIONI AMMINISTRATIVE, CROLLA LA PARTECIPAZIONE


È cominciato alle 8 di ieri mattina l’appuntamento elettorale che vede impegnati quasi 20 milioni di italiani, per una tornata di elezioni amministrative che coinvolge le prime quattro città del Paese (Roma, Milano, Napoli e Torino) e per il rinnovo del governo della Regione Sicilia. InterNapoli, come già annunciato nei giorni scorsi, seguirà nello specifico le elezioni amministrative di Qualiano e Villaricca, ma anche Marano e Sant’Antimo. Cominciamo dall’affluenza alle urne. Il dato nazionale, alle 22 di domenica, era del 52%: alle precedenti amministrative del 2001, quando si votava in un solo giorno, era del 67,5%. Ma veniamo ai nostri Comuni. A Qualiano, alle 22, ha votato il 60,5% dei votanti (alle precedenti amministrative era il 89,5%). A Marano, sempre allo stesso orario, ha votato il 48,7% (precedente 80%), a Villaricca il 60,5% (precedente 89,5%) e a Sant’Antimo il 59,3% (precedente 65,2%).



ALLARME VIDEOFONINI. Massiccia la presenza delle forze dell’ordine nei seggi. Polizia, carabinieri e guardia di finanza non hanno però scoraggiato un giovane di 21 anni che a Qualiano ha fotografato la scheda elettorale appena segnata. Il fatto è avvenuto intorno all’una e un quarto di ieri, nella sezione 13 della scuola elementare «Don Bosco». Ad accorgersi dello scatto in cabina sono stati gli scrutatori, che hanno udito il «click» del videotelefono, avvisando subito il presidente di seggio e un carabiniere che prestava servizio all’esterno dell’edificio scolastico. L’elettore – un ragazzo di 21 anni – è stato fermato per accertamenti e condotto nella locale caserma dei carabinieri. A quanto si è appreso, il giovane avrebbe negato qualsiasi coinvolgimento in un ipotetico voto di scambio: secondo quanto riferito ai carabinieri, voleva testimoniare la sua stima al candidato sindaco del centrodestra. Il ragazzo deve ora rispondere di violazione delle norme circa il condizionamento della libertà nell’esercizio del voto.


COME SI VOTA NEI COMUNI CON PIU’ DI 15MILA ABITANTI. Oggi, già dal tardo pomeriggio, si conoscerà se ci sarà oppure meno il ballottaggio. Intanto ricordiamo il sistema di voto nei Comuni con più di 15mila abitanti. Si vota con il sistema maggioritario per il sindaco: chi ottiene oltre il 50% dei voti risulta subito eletto. Ogni candidato a sindaco è collegato con uno o più gruppi di candidati al consiglio comunale. Se nessun candidato ottiene più del 50% dei voti, i due più votati se la vedono faccia a faccia due settimane dopo in un turno di ballottaggio. All’eventuale ballottaggio risulta eletto il candidato che ha ottenuto più voti. Il 60% dei seggi del consiglio comunale va alle liste collegate al candidato sindaco vincitore, a meno che una lista non collegata al vincitore abbia ottenuto oltre il 50% dei voti. Il resto dei seggi è diviso tra le altre liste in modo proporzionale ai voti ricevuti. I candidati sindaco non eletti, collegati a liste che abbiano ottenuto almeno un seggio, sono automaticamente consiglieri comunali. Una volta assegnati i seggi ai candidati sindaci, i seggi rimanenti vengono divisi tra i diversi candidati consiglieri a seconda delle preferenze ricevute.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ras ucciso per un sospetto, ergastolo confermato per gli Abete-Abbinante

Un sospetto. Un semplice sospetto. Bastava poco per morire nella Secondigliano dilaniata dalle faide di camorra. E’ questo l’incipit...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria