18 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

ULTIMATUM DI PROFILI: BILANCIO DA APPROVARE ENTRO METÀ GIUGNO


Amministrazione Taglialatela alla prova del bilancio. Il ritardo sulla scadenza del 31 maggio fissata per l’approvazione, accumulatosi per la lunga crisi politica, ieri ha fatto arrivare al Comune la diffida del prefetto Profili. Entro il 15 giugno i politici dovranno varare lo strumento finanziario, pena lo scioglimento del Consiglio comunale. Così arriva il contrordine: niente più seduta di 23 giugno, contando sui venti giorni di solito concessi dal momento della notifica, ma una convocazione già fissata per il 12 mattina. Il termine dei dieci giorni fissati dal prefetto, infatti, parte dalla firma del provvedimento e non dalla sua notifica. Per sopravvivere l’amministrazione ha bisogno di almeno 16 alzate di mano. Così è tempo di fare due conti. Tre voti certi contro il bilancio da Rifondazione, Sdi e Verdi. «Noi non votiamo, che dubbio c’è», dice il segretario cittadino del partito di Bertinotti, Nello Pennacchio. «Non ci hanno dato la possibilità di intervenire negli indirizzi programmatici», dice il consigliere Sdi, Antonio Ferraro. «Siamo contro questa giunta – spiega il coordinatore cittadino, Giuseppe Di Girolamo – e, quindi, anche contro il bilancio che hanno prodotto». Sarebbe passata all’opposizione anche la Margherita. Un verbale del direttivo ritiene «conclusa l’esperienza amministrativa» e minaccia di espulsione i consiglieri comunali che non si adeguano. Ma i diretti interessati, in tutto sei, non sembrano compatti. «Non votare il bilancio – dice Enzo Pio Comune, presidente del Consiglio comunale – sarebbe da irresponsabili». Situazione poco chiara anche per i Ds. «Abbiamo ribadito con forza – dice il segretario Giovanni De Vivo – che la giunta tecnica non ci rappresenta». Ora bisogna vedere come agiranno i cinque consiglieri. Non si espongono i tre Repubblicani, mentre i tre dell’Udeur si riuniscono oggi per decidere. Se il varo del bilancio resta un’incognita, la crisi è palese. «Questa maggioranza resta irresponsabile», attacca Pietro Ciccarelli, capogruppo Fi «Volenti o nolenti – aggiunge Francesco Mallardo, Nuovo Psi – hanno pochi giorni per trattare e rimanere a galla».



TONIA LIMATOLA – IL MATTINO 9 GIUGNO 2006

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Torna la paura a Soccavo, 2 colpi di pistola esplosi contro il cognato del boss

Antonio Ernano è stato ferito in via Vicinale Palazziello nel quartiere Soccavo. Dopo l'agguato la vittima ha raggiunto autonomamente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria