18.5 C
Napoli
lunedì, Maggio 23, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

CRISI: VERDI E DL «SOSPENDONO» I LORO CONSIGLIERI


Dopo l’Udeur, anche Verdi e Margherita hanno sospeso i loro consiglieri dall’incarico. La notizia è stata annunciata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa convocata dai vertici regionali dell’Udeur, per discutere della decisione di revocare temporaneamente l’incarico ai loro rappresentanti in consiglio. Motivo della decisione che ha aperto una spaccatura gravissima all’interno della coalizione retta dal primo cittadino Francesco Tagliatatela, il mancato rispetto da parte del sindaco delle promesse da lui stesso fatte nel corso di un interpartitico. Secondo Bruno Terracciano, segretario provinciale del partito di Clemente Mastella, “questo sindaco ha fallito come capo della coalizione e come capo di un’unica grande famiglia. Aveva promesso di approvare il bilancio solo dopo aver costituito una giunta politica concordata con i vari gruppi ella coalizione, eppure ha agito in totale autonomia. Noi come terza forza politica della Campania – ha continuato Terracciano – stiamo procedendo ad applicare il regolamento circa i consiglieri che nonostante i nostri ammonimento, hanno votato il bilancio presentato da Tagliatatela. La sospensione dei due nostri referenti in questa maggioranza, è solo una dimostrazione che il nostro partito si basa su un’assoluta compattezza”. Ed in effetti, a riscaldare le parole del segretario provinciale, anche quelle del membro della direzione nazionale dell’Udeur, Giuseppe Maisto. “I nostri consiglieri hanno fuorviato rispetto alle linee guida del nostro orientamento politico. Ora, intendiamo dimostrare a questa città, che per primi siamo contrari ad ogni forma di contrattazione ad personam. Per noi il partito è più importante di qualsiasi compromesso”. Insomma, con ieri è diventata pubblica la guerra di tutti contro tutti. Non c’è più un solo partito della coalizione di centrosinistra ad appoggiare le scelte programmatiche di Tagliatatela, eccezion fatta per i Ds chiaramente. A questo stato di cose, il sindaco non ha accennato per il momento alcuna reazione, quel che è certo però, e che lo sgretolarsi della maggioranza, trova terreno fertile in una città dove sempre più incalzante è l’attività dei gruppi all’opposizione.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il covid allenta la presa in Campania, calano i ricoveri in ospedale

Sono 2080 i cittadini campani risultati positivi al covid nelle ultime 24 dopo i 17540 test eseguiti:  12879 antigenici...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria