25 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

RIFIUTI, NON SI FERMANO LE PROTESTE A VILLARICCA


Continuano, senza sosta, le proteste per l’apertura della nuova cava per la raccolta dei rifiuti, sul territorio di Villaricca. Il presidio che chiude l’accesso alla zona di Villaricca 2 sia dal lato di Qualiano che da quello della cosiddetta “rotonda Maradona”, staziona sempre vigile e pronto a bloccare qualsiasi arrivo di camion nella zona dello sversatoio. Stamattina si sono aggiunti al coro di dissenso anche il capogruppo di AN al consiglio regionale D’Ercole e alcuni consiglieri che hanno inscenato una conferenza stampa, proprio davanti all’ingresso del sito preposto ad accogliere l’ennesima discarica nel giuglianese. «L’incapacità e l’inefficienza della giunta regionale di centrosinistra – ha dichiarato D’Ercole – sta costringendo la regione Campania a compiere un salto nel buio o meglio ancora un ritorno nel nauseabondo e antigienico pianeta delle discariche. Siamo perfettamente consapevoli – ha continuato – che alla luce della nuova acutissima fase dell’emergenza rifiuti, con cumuli di spazzatura che continuano ad abbruttire le strade delle nostre città, rendendo irrespirabile l’aria e mettendo a rischio la salute dei cittadini, non è possibile attendere di risolvere la questione, nell’unica maniera possibile ovvero attraverso la raccolta differenziata, i cdr e la realizzazione dei termovalorizzatori. La Campania è al collasso, occorre far presto e bisogna necessariamente trovare strade alternative».
Oltre alla protesta degli esponenti di Allenza Nazionale, è da registare l’interrogazione parlamentare del senatore della Margherita, Nello Palumbo, al ministro dell’Ambiente e della Salute per capire perche’ si insista a superare una ordinanza del 17 agosto 2004 e riaprire uno sversatorio nel triangolo dei veleni utilizzato anche dalle ecomafie. A ciò si aggiunge anche l’ultima uscita del ministro per l’ambiente , il verde Pecoraro Scanio, che ha affiancato al commissario Catenacci un ulteriore supercommissario straordinario, il generale Roberto Jucci, per fronteggiare l’emergenza nel napoletano. Domani, giovedì 27, è previsto l’incontro dei sindaci di Villaricca, Giugliano e Qualiano con Corrado Catenacci per portare avanti la protesta dei cittadini e degli operatori del turismo per il danno inferto al territorio. A seguire poi la carovana dei comitati capeggiati dai primi cittadini, si recherà a Roma in pullman per consegnare nelle mani del ministro il no ufficiale alla nuova discarica.
Intanto i livelli d’ozono nell’aria sono superiori alla norma e il caldo secco aumenta l’odore nauseabondo, che proviene dai sacchetti di immondizia ancora per strada.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria