«I soldi dell’Alleanza stanno ai Caraibi», l’incontro con Mallardo per ‘sbloccare’ i pagamenti

C’è tutto il filone relativo al riciclaggio del denaro del clan nelle oltre duemila pagine dell’ordinanza di custodia cautelare che qualche giorno fa ha inferto un duro colpo all’Alleanza di Secondigliano. Particolarmente significative le pagine attraverso cui si ricostruisce tutta la filiera di interessi, prestanome e faccendieri a disposizione del gotha del gruppo. C’è in particolare un incontro, datato aprile 2015, tenutosi a Sulmona in Abruzzo tra il gruppo dirigente del clan Contini, Ettore Bosti, Antonio De Carluccio e Vincenzo Tolomelli, e Francesco Mallardo. Quell’incontro aveva uno specifico fine: Mallardo aveva incaricato De Carluccio di recarsi immediatamente a Santo Domingo presso i suoi nipoti per intimargli di versare la somma di 1 milione e 800mila euro che Mallardo gli aveva affidato, tempo addietro, come investimento. In un’intercettazione De Carluccio confidava a Bosti che anche lo zio, Antonio Aieta era coinvolto nell’affare e che anche Eduardo Contini aveva affidato una somma ben più cospicua ai due imprenditori stabilendo che ogni anno i due gli versassero una somma prestabilita. Dalla tenuta delle conversazioni emerge che negli ultimi sette anni i due fratelli avevano omesso di versare i ratei prestabiliti.

Prima della partenza De Carluccio si confida con il fratello: i carabinieri del Ros, attraverso quelle intercettazioni, sono riusciti così a capire che Mallardo aveva scelto di inviare De Carluccio a Santo Domingo per verificare preliminarmente la situazione dei mancati pagamenti prima di giungere a decisioni drastiche inviando “persone sue”. L’intercettazione del resto è chiara:«A me chi me lo faceva fare di andare là che quello (il riferimento è a Mallardo ndr) mi disse: non è meglio che andate voi che siete lo zio che io mando persone mie là!». Poche settimane dopo la situazione si risolse con la stipula di un concordato come riferito dallo stesso De Carluccio in una conversazione con il fratello.