28.7 C
Napoli
lunedì, Agosto 15, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Andrea morto a 6 anni a Sharm el-Sheikh, ipotesi intossicazione alimentare. Grave anche il papà


Erano partiti dalla Sicilia lo scorso 26 giugno per trascorrere due settimane di vacanze in un resort sulle spiagge egiziane di Sharm el-Sheikh. Ma quel viaggio, qualche giorno dopo, si è trasformato in tragedia. Il piccolo Andrea Mirabile, un bimbo palermitano di soli 6 anni, è morto per quella che sembra esser stata un’intossicazione alimentare. Si era sentito male dopo un pasto, con nausea, vomito, dissenteria e spossatezza. Stessi sintomi denunciati anche dai suoi genitori: il padre – Antonio – è ancora ricoverato in gravi condizioni, mentre la madre Rosalia (incinta del secondo figlio) fortunatamente sta bene. Ma oltre alla tragica perdita per il figlio, la coppia sta affrontando anche lungaggini tecniche e burocratiche che – al momento – hanno bloccato il loro rientro in Italia.

Andrea Mirabile, come stanno i genitori del bimbo morto a Sharm el-Sheikh

Il piccolo Andrea Mirabile è morto sabato scorso, a 24 ore dalla comparsa di quei sintomi. I genitori pensavano a un colpo di calore per via delle alte temperature registrate sulle spiagge del resort di Sharm el-Sheikh. Poi, però, solo qualche ora dopo anche Antonio Mirabile e Rosalia Manosperti hanno iniziato ad accusare gli stessi problemi. L’uomo, il padre del piccolo, in forma più grave e pesante; la donna, la madre del bimbo di 6 anni e incinta del secondo figlio, con sintomatologie più blande. Si erano rivolti, su suggerimento dello stesso villaggio vacanze egiziano, a un medico di guardia che ha etichettato il tutto come “intossicazione alimentare” trattata con una flebo di soluzione fisiologica per via della forte disidratazione di padre e figlio. Poi con alcune pillole.

Le parole dello zio

“Una tragedia che segnerà la mia famiglia per sempre”. Parla lentamente e a bassa voce Roberto Manosperti, zio materno del piccolo Andrea Mirabile, il bambino di sei anni morto per cause ancora da chiarire a Sharm El Sheik, in Egitto, dove era in vacanza con i genitori. Ancora in ospedale il padre di Andrea, Antonio Mirabile, 46 anni, che lavora all’Anas ed è ricoverato in terapia intensiva. Sta meglio invece la mamma Rosalia Manosperti, incinta di 4 mesi.

“Antonio sta meglio ma non appena gli viene tolta la mascherina non riesce a respirare autonomamente. Sulla morte di Andreuccio non sappiamo praticamente nulla. E non conosciamo neanche l’esito dell’autopsia che è stata effettuata in Egitto”. La Farnesina è a conoscenza del caso, così come il Consolato italiano e l’Ambasciata italiana in Egitto: tutti avrebbero assicurato che una volta migliorata la situazione e avuto il via libera dell’ospedale la famiglia verrà trasferita a Palermo a spese dello Stato

L’appello di Rosalia Manosperti, mamma del bimbo morto a Sharm, per tornare in Italia

«Sono Rosalia Manosperti, e da sabato sono ricoverata all’Ospedale di Sharm el-Sheik insieme a mio marito dove abbiamo anche perso nostro figlio di sei anni. Richiedo a tutte le istituzioni competenti di attivarsi affinché ci riportino in Italia il prima possibile con un volo di linea speciale. Perché le nostre condizioni di salute non ci permettono di prendere un volo di linea normale. Aiutateci per favore a rientrare a casa».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Vincenza muore dopo il parto a Napoli, indagine della Procura

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta dopo la morte di Vincenza Donzelli. L'operatrice culturale 43enne, fondatrice...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria