Blitz contro il ‘pane della camorra’, confiscate aziende da 2 milioni di euro

camorra imprenditore aziende

La Dia di Salerno confisca due aziende di panificazione e numerosi rapporti finanziari per un valore complessivo stimato in oltre 2 milioni di euro. Operazione condotta contro Antonio Di Marino, imprenditore 29enne di Cava de’ Tirreni. Provvedimento emesso dalla Sezione Riesame e delle Misure di Prevenzione di quel Tribunale su proposta del Direttore della DIA.

L’operazione Hyppocampus nel 2018

Il provvedimento di custodia cautelare in carcere è stato disposto del GIP del Tribunale di Salerno nell’ambito dell’operazione Hyppocampus. L’indagine è risalente al 2018 e vide coinvolti 13 indagati. Tutti ritenuti responsabili di estorsione, usura e trasferimento di valori commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

In quel periodo a Di Marino venne contestata l’appartenenza all’organizzazione criminale operante nel territorio di Cava de’ Tirreni, facente capo a Zullo Dante. Con il provvedimento di oggi si applica, a suo carico, anche la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Inoltre disposto l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza per la durata di 4 anni.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.