Barbara D’urso insegna come lavarsi le mani in tv, pioggia di insulti sui social [Video]

A Pomeriggio 5 la conduttrice Barbara D’Urso ha voluto proporre un ‘tutorial’ su come lavarsi bene le mani. Dopo gli aggiornamenti sul coronavirus, la conduttrice si è rivolta ai telespettatori che la guardavano da casa. Il consiglio è quello di porre molta attenzione tra gli spazi delle dita, sotto le unghie e sui palmi della mano. Qui il video della D’Urso che spiega come lavarsi bene le mani. Intanto, sui social, sono tantissimi gli insulti arrivati alla conduttrice: «Cretina! Ci volevi tu per insegnarci a lavare le mani?», e ancora: «Barbara ma davvero pensi che non sappiamo lavarci le mani?». C’è anche chi si è limitato a definirla «Ridicola». Insomma, offese gratuite rivolte alla conduttrice che, in realtà, ha precisato di voler solo riproporre il corretto modo di lavarsi le mani.

L’Organizzazione mondiale sanità tranquillizza: «Il 95% dei malati guarisce dal Coronavirus»

Fare attenzione sì, ma senza perdersi d’animo, perchè dal Coronavirus guariscono quasi tutti. La pensa così Walter Ricciardi, membro dell’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo Riccardi “è giusto non sottovalutare la malattia, che però deve essere nei giusti termini. Su 100 persone malate, 80 guariscono spontaneamente, 15 hanno problemi seri ma gestibili in ambiente sanitario e solo il 5% muore”.

Coronavirus, “Tutte le persone morte già gravemente malate”

Walter Riccardi ci ha tenuto a precisare che “tutte le persone decedute avevano già condizioni gravi di salute”.

Che cos’è l’Oms (wikipedia)

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS; in inglese World Health OrganizationWHO), agenzia speciale dell’ONU per la salute, è stata fondata il 22 luglio 1946 ed entrata in vigore il 7 aprile 1948 con sede a Ginevra.

L’obiettivo dell’OMS, così come precisato nella relativa costituzione, è il raggiungimento da parte di tutte le popolazioni, del livello più alto possibile di salute, definita nella medesima costituzione come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non soltanto come assenza di malattia o di infermità. È membro del Gruppo per lo sviluppo delle Nazioni Unite. coronavirus

Al momento della sua fondazione, la costituzione dell’organizzazione fu ratificata da 25 stati. Il primo direttore generale dell’agenzia fu il medico canadese Brock Chisholm.[1]

L’OMS è governata da 194 stati membri attraverso l’Assemblea mondiale della sanità, convocata annualmente in sessioni ordinarie nel mese di maggio. Questa è composta da rappresentanti degli stati membri, scelti fra i rappresentanti dell’amministrazione sanitaria di ciascun paese (Ministeri della sanità). Le principali funzioni dell’Assemblea consistono nell’approvazione del programma dell’organizzazione e del bilancio preventivo per il biennio successivo, e nelle decisioni riguardanti le principali questioni politiche. coronavirus

È un soggetto di diritto internazionale, vincolato, come tale, da tutti gli obblighi imposti nei suoi confronti da norme generali consuetudinarie, dal suo atto istitutivo o dagli accordi internazionali di cui è parte.

La giurisprudenza internazionale ha precisato che esiste, a carico degli stati, un “obbligo di cooperare in buona fede per favorire il perseguimento degli scopi e degli obiettivi dell’Organizzazione espressi nella sua costituzione”.coronavirus

Il caso Taiwan

 

Dal 1997 Taiwan ha fatto richiesta ogni anno per esservi riammessa, ma gli fu ripetutamente negata perché Taiwan risultava rappresentata dalla Repubblica Popolare Cinese. A causa dei rapporti difficili fra i due territori, a medici e ospedali di Taiwan è stata negata la partecipazione alle attività dell’OMS. Nel 2009, dopo 40 anni di interruzione, una rappresentanza di Taiwan (sotto il nome di Taipei) ha infine potuto riprendere la sua partecipazione all’Assemblea dell’OMS, a seguito di un accordo con la Repubblica Popolare Cinese.