Esplosione a Parigi, si contano i morti ed i feriti: il bilancio ufficiale è tragico

Due pompieri e due civili sono morti nell’esplosione di questa mattina nel centro di Parigi. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Christophe Castaner.

 

Il primo lancio

Una fortissima esplosione, provocata da una fuga di gas avvenuta in una boulangerie di Parigi, ha scosso l’intero quartiere dell’Opera, provocando un incendio in un intero palazzo. I morti sono quattro, inclusi due pompieri. I feriti sono 36, tra questi un’italiana in gravi condizioni. C’è poi un altro italiano, un operatore di Cartabianca, il videomaker Valerio Orsolini, il quale ha riportato una ferita sopra un occhio: è stato giù medicato e le sue condizioni non sono gravi. L’operatore era a Parigi per seguire le manifestazioni dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso.  La Farnesina è al lavoro.

Dodici persone sono ricoverate in gravi condizioni: tra loro, 5 sono in pericolo di vita (3 civili e 2 vigili del fuoco). Ci sono anche di 24 persone ferite lievemente. L’italiana ferita sarebbe una ragazza che lavora in un hotel vicino al luogo dell’esplosione. La giovane si troverebbe attualmente all’ospedale parigino de Lariboisiere.

I vigili del fuoco si trovavano sul posto, nella rue de Trevise, già prima dell’esplosione, chiamati dagli abitanti del quartiere per il forte odore di gas.

Gli inviati di Cartabianca rimasti coinvolti “sono molto spaventati, ma per fortuna non hanno subito gravi conseguenze”, riferisce all’ANSA la giornalista conduttrice della trasmissione Bianca Berlinguer. L’operatore Valerio Orsolini si trovava nella stanza dell’albergo nel quale alloggiava quando è stato investito dall’esplosione avvenuta nel panificio che si trova di fronte all’hotel. Una scheggia lo ha colpito sopra un occhio.

“E’ stato medicato in albergo, dove è rimasto bloccato per un po’ di tempo perché non facevamo uscire nessuno – riferisce Berlinguer -. Ora è riuscito a raggiungere il pronto soccorso per i necessari controlli. E’ stato bravo perché nonostante sia stato colpito ha continuato a girare”.