Bimbo ucciso dalla mamma, il padre prima ammette poi nega tutto

Prima ammette, poi nega tutto. Continua a dirsi innocente Nicola Feroleto, 48 anni, accusato di concorso in omicidio insieme a Donatella Di Bona, 28 anni, per la morte di Gabriel, il loro figlio di due anni e mezzo. L’uomo, in presenza del proprio legale, l’avvocato Luigi D’Anna, è stato ascoltato poco fa da Gip del tribunale di Cassino, Salvatore Scalera, per l’interrogatorio di garanzia. Il confronto è durato circa un’ora. Nicola Feroleto in un primo momento avrebbe ammesso di essere stato presente mentre la donna strangolava il bambino, ma poi ha ritrattato tutto sostenendo di essere estraneo ai fatti.

Intanto è stata fissa la dei funerali del piccolo Gabriel. Si terranno mercoledì alle ore 15 nella chiesa di Santa Maria Assunta di Piedimonte San Germano. Il sindaco Gioacchino Ferdinandi ha dichiarato il lutto cittadino. Sarà presente una squadra dei vigili del fuoco che il piccolo amava tanto.