Da parecchi anni viviamo nell’era del digitale: smartphone, tablet, televisori smart… siamo circondati dalla tecnologia in ogni sua forma, e ad essere travolti da questa rivoluzione elettronica sono stati specialmente i più giovani. Sembra sempre più difficile convincere i ragazzi a staccare gli occhi dai display luminosi e a socializzare, a vivere all’aria aperta, a godersi la natura. Sport ed attività di gruppo spesso non entusiasmano i ragazzi e le ragazze, ma l’alternativa ad una vita di schermi e di internet esiste, ed è alla portata di tutti.

Molte ricerche scientifiche – condotte sia in Italia che nel resto d’Europa, con particolare interesse della Svezia – hanno evidenziato che attività classiche, quali bricolage, giardinaggio e fai-da-te, si sono dimostrati hobby in grado di migliorare la vita. Quali vantaggi hanno queste attività sulle persone, in particolare modo sui ragazzi? Scopriamo tutti gli effetti benefici del bricolage e del giardinaggio, passatempi classici che sembrano attrarre sempre di più i giovani d’oggi.

Lavori fai-da-te: come il bricolage migliora la vita dei ragazzi

Secondo un recente studio nord-europeo, i lavori di bricolage che si fanno a casa propria, sembrano in grado di prolungare le aspettative di vita del 30%. Poco importa che si tratti di decoupage, di restauro di mobili, di attività artistiche o di altri lavoretti domestici. Il merito di questa scoperta è di una ricerca svedese, che è stata inserita in una nota e certificata rivista medica: nello studio scientifico è stato mostrato che un certo gruppo di individui, coinvolti quotidianamente in attività fai-da-te, sono soggetti ad un rischio molto inferiore di ictus ed infarti.

Il restauro di mobili sembra essere una delle attività preferite dai giovani che vogliono disintossicarsi dai dispositivi tecnologici. Chi svolge quest’attività domestica per passione sembra ricevere enormi soddisfazioni. Psicologicamente, si tratta di un lavoro molto appagante: sembra che l’intento di restituire nuova vita ad un antico oggetto oppure ad un mobile malandato contribuisca a migliorare l’umore, la salute e la mente. Certo, non è un’attività che si può svolgere senza impegno dall’oggi al domani: per sfogare la propria vena artistica sono necessari pennelli, smalto, strumenti di precisione; nulla che non si possa trovare con molta facilità in una ferramenta online.

Una recente ricerca statunitense ha evidenziato un secondo beneficio delle attività domestiche. Secondo i ricercatori, le attività fai-da-te – che fondono l’utile con il dilettevole – porterebbero anche il vantaggio di aiutare i ragazzi a produrre maggiori quantità di endorfine e di serotonina. Queste sostanze sono gli ormoni responsabili del piacere e dell’umore alto e positivo. La scienza conferma dunque ciò che la tradizione dichiara da tempo: dedicarsi a piccoli lavori domestici è rilassante, può diventare un hobby piacevole e comporta effetti benefici sulla mente e sull’organismo nel suo complesso.

Va inoltre considerato che sussiste un notevole vantaggio economico dietro a queste attività domestiche. Basti pensare che riparare e\o perfezionare oggetti antichi comporta sì una piccola spesa, ma successivamente si riscontra un notevole risparmio. Non bisogna comperare nuovi mobili, né chiedere l’intervento di professionisti: tutto questo contribuisce al benestare economico della famiglia.

Giardinaggio ed orto-terapia: il verde che cura l’esistenza

Anche il giardinaggio è stato studiato approfonditamente, poiché è un vero toccasana la per mente e per il corpo. Una recente introduzione viene chiamata orto-terapia: si tratta di un tipo di terapia che comprende un insieme di attività correlate al mantenimento ed alla coltivazione di un angolo di terra. Il fine ultimo di questa terapia è aumentare il benessere, liberandosi man mano dello stress, delle dipendenze tecnologiche e da problemi di varia natura.

A confermare questa terapia e la sua efficacia è uno studio pilota: realizzato da una equipe di ricercatori in Svizzera e diffuso dalla rivista Alternative Therapies in Health & Medicine, questo studio si propone come prova d’efficacia dell’orto-terapia. Il fine a breve termine era la cura del dolore su un gruppo di anziani in riabilitazione con malattie muscolari e scheletriche. Per un mese, i soggetti sono stati divisi in gruppi, uno dei quali ha esercitato orto-terapia: il risultato è stato straordinario. La cura addizionale si è mostrata efficace, poiché i pazienti che avevano curato il verde mostravano sintomi fisici e psicologici nettamente migliori, con dolore al minimo.

L’orto-terapia si propone come una sorta di esercizio psico-fisico all’aria aperta: chiunque può praticarla, e non è nemmeno necessario disporre di un giardino in casa o di un appezzamento di terra. Chi vive in campagna, infatti, può godere già dei benefici della natura, al contrario degli abitanti di molte città. Fortunatamente, la mentalità green si sta diffondendo sempre di più, ragione per cui anche metropoli molto popolate cominciano ad essere protagoniste di le iniziative rivolte agli abitanti dei quartieri. Questi programmi – spesso chiamati ‘Garden rooms’ – permettono a chi abita in appartamenti cittadini di sfruttare piccoli terreni e spazi verdi, per la coltivazione e per la cura di un orto: di frequente, il tutto è gratuito oppure proposto con convenzioni ed a costi irrisori.
Il beneficio è enorme: ritrovando un rapporto stretto con la natura, i giovani possono abbandonare il mondo virtuale e concentrarsi in attività concrete, solide, fruttuose. Dato che la terra necessita di essere lavorata costantemente, il giovane firma un impegno con sé stesso e con il mondo esterno. Per lavorare la terra servono vanga, stivali e rastrello, accessori utili per predisporre il terreno e seminare: tutti strumenti che possono essere acquistati in blocco nelle ferramenta.

Veder crescere qualcosa che si è coltivato con il sudore e con il proprio tempo libero rappresenta un enorme stimolo per la mente, specialmente se giovane. Per l’essere umano, anche solo pensare ad un campo di fiori o ad un albero ricco di frutti sa di benessere. Va anche ricordato che dedicarsi al lavoro della terra è un grande impegno per socializzare, essendo gli spazi green spesso condivisi.

Il lavoro nell’orto rappresenta fatica fisica, ma questa si traduce anche in piacere ed in soddisfazioni enormi; si tratta di una vera e propria sfida per i giovani, abituati ad ottenere tutto con un semplice ‘click’. I vantaggi sono molteplici e tutti confermati dalla scienza: l’orto-terapia allevia lo stress psico-fisico, permette di ritrovare un benessere psicologico nonché di allenare i propri muscoli.
Anche in questo caso esiste un risvolto economico – seppur secondario – che non è di poco conto! Coltivare ortaggi, verdure, frutta (ma anche lavanda, spezie e erbe officinali) consente di risparmiare soldi sulla spesa al supermercato, unendo l’utile ed il dilettevole.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.