Bufera stupri su Cristiano Ronaldo, parla il calciatore: «Mia madre e le mie sorelle…»

“Alla mia compagna ho spiegato tutto. Mio figlio Cristiano jr è troppo piccolo per capire. Il peggio è per mia madre e le mie sorelle. Sono sconvolte e al tempo stesso molto arrabbiate”. Lo dice Cristiano Ronaldo, rispondendo per la prima volta – in un’intervista che sarà pubblicata domani dalla rivista France Football – sulla vicenda dei presunti stupri dei quali è accusato. “E’ la prima volta che vedo mia madre e le mie sorelle in questo stato”, ha aggiunto ‘CR7’.

“Dentro il Real Madrid, soprattutto da parte del presidente, sentivo che non mi consideravano più come all’inizio…la verità è che Florentino Perez mi voleva, ma al tempo stesso mi faceva sapere che se me ne fossi andato non sarebbe stato un problema”: lo dice Cristiano Ronaldo, in un’intervista a France Football di domani, parlando del suo passaggio alla Juventus. Il trasferimento in bianconero è stata “una buona scelta” e un “successo” per CR7: “a madrid ho fatto tante cose buone e ho vissuto momenti incredibili di cui mi ricorderò per sempre, con compagni di grandissimo valore. E anche con i tifosi. Ma penso che dopo 9 anni era ora per me di cambiare squadra e di muovermi”. Sulle sue speranze di vincere per la 6/a volta il Pallone d’oro, Ronaldo dice di non farne “un’ossessione”. Anche perché, spiega, “dentro di me già so di essere uno dei migliori giocatori della storia”.