Calvizzano, lite per una donna finisce a colpi di pistola: coinvolti due ragazzi di Giugliano e Marianella

Litigano perché si contendono la stessa ragazza, uno di loro spara colpi di pistola a salve in aria e ferisce il rivale con il calcio dell’arma mandandolo in ospedale. È la notte di follia che si è vissuta nella cittadina a Nord di Napoli, con protagonisti due uomini, di 36 e 27 anni, che costretto ad un immediato intervento i carabinieri della locale tenenza. Questi i fatti. Una ragazza di 30 anni, dopo aver avuto una storia con un 36enne di Marianella, si era recata in una discoteca in compagnia di un altro uomo, un 27enne di Giugliano. All’interno dello stesso locale, però, la donna ha avuto la sfortuna di incontrare anche il 36enne. E da lì, il putiferio. Hanno avuto dinanzi all’abitazione della ragazza a Calvizzano una pesante lite, poi degenerata quando il 27enne ha estratto dalla sua vettura una pistola a salve e priva di tappo rosso, non dichiarata, esplodendo diversi colpi in aria. Ma non è tutto. Poco dopo, lo stesso uomo ha colpito il 36enne in testa con il calcio dell’arma costringendolo alle cure all’ospedale Antonio Cardarelli di Napoli con una prognosi di 25 giorni. Giunti sul posto, i carabinieri di Calvizzano ha ritrovato 3 bossoli ed un proiettile a salve, oltre a parti della pistola danneggiata. L’uomo di 27 anni si è poi recato spontaneamente dai militari dell’Arma per raccontare la sua versione dei fatti e consegnare la pistola a salve. Per lui è scattata la denuncia per lesione aggravate e porto abusivo di pistola.