Il CBD è una delle sostanze naturali più acclamate negli ultimi tempi in ambito cosmetico. Va detto, però, che il CBD non è tutto uguale: per questo è importante prestare la massima attenzione alle materie prime. Un ruolo di primo piano spetta ai metodi di coltivazione che vengono utilizzati, fermo restando che si può estrarre il CBD solo da piante di cannabis sativa selezionate in modo rigoroso. Molto importante, poi, è anche il luogo nel quale si coltiva la canapa, che a sua volta contribuisce a definire la qualità dei prodotti.

La coltivazione della canapa

Come è facile immaginare visto che si sta parlando di un prodotto vegetale, sono decisive le caratteristiche del terreno. In particolare, occorre assicurare che non vi siano inquinanti e garantire la piena conformità alle norme in vigore a livello europeo, in verità molto rigorose, a proposito del ricorso a prodotti chimici nel comparto agricolo. Questo è il motivo per il quale le migliori aziende attiva nel settore della produzione di articoli con cannabinoidi non possono fare a meno di curare la qualità della materia prima, in riferimento sia alle foglie di canapa che ai fiori maturi. Tanti sono i prodotti a disposizione dei clienti: cosmetici per la cura del corpo e oli di bellezza con CBD ricavato da piante di cannabis.

Perché sono preferibili le coltivazioni naturali

Le coltivazioni totalmente naturali sono quelle che garantiscono ai consumatori i livelli di sicurezza più elevati: esse, infatti, escludono il ricorso a ormoni della crescita e fertilizzanti, così come non prevedono l’impiego di pesticidi. Ciò costituisce, per tutti i consumatori, una vera e propria garanzia di sicurezza, al punto che c’è già chi parla della cannabis come del nuovo oro verde. E non si stenta a crederlo, viste le sue proprietà.

Una risorsa per la bellezza

Le proprietà rilassanti e antinfiammatorie sono quelle che rendono il CBD un cannabinoide così apprezzato, come dimostra il fatto che esso viene impiegato in qualità di integratore per il benessere, oltre che per il trattamento dell’insonnia e di altri disturbi. Il settore della cosmetica ha scoperto il CBD solo negli ultimi tempi, ma ha subito trovato il modo di mettere a frutto le sue caratteristiche lenitive e nutrienti: ecco perché questo ingrediente è una panacea per pelli di tutti i tipi, incluse quelle più complicate da trattare, magari per colpa di rossori o di problemi di acne. Sul mercato si può trovare un assortimento molto ampio di creme a base di CBD, ma non è tutto: lo stesso discorso può essere esteso anche al make-up. Le case produttrici cosmetiche, insomma, si sono fiondate su questo ingrediente a dir poco straordinario con l’intento di sviluppare trucchi con proprietà curative e idratanti, in grado di aumentare la luminosità della pelle, di ristrutturarla e di migliorare la sua morbidezza.

La pianta di canapa

Come si può ben capire, la pianta di canapa non ha eguali se si pensa alla ricchezza di principi attivi che la contraddistinguono: una enorme varietà di proprietà che vengono sfruttate in ambito cosmetico ma anche in altri contesti, come per esempio il trattamento degli stati di ansia. I prodotti che contengono cannabis sativa, considerati anche dei preziosi antinfiammatori naturali, prima di essere posti in commercio vengono trattati in maniera tale da essere privi di qualsiasi traccia del principio attivo psicotropo della pianta, vale a dire il THC. Per altro, la rimozione del THC si verifica già al momento della coltivazione, dal momento che vengono selezionate quelle varietà di cannabis che hanno una concentrazione molto elevata di CBD e un contenuto modesto di THC. Si ricorre, poi, a processi di estrazione industriale per effetto dei quali si elimina anche il residuo minimo di THC. Al massimo, tale sostanza rimane in quantità trascurabili, e ovviamente non pericolose.

I benefici del CBD

Il principio attivo del CBD ha un effetto al tempo stesso antinfiammatorio e rilassante, capace di produrre benefici consistenti per la salute della pelle. I suoi punti di forza, però, vanno individuati nella totale assenza di effetti collaterali, compresi quelli psicotropi, che ovviamente sarebbero indesiderati. Uno dei metodi di lavorazione che vengono sfruttati per avere il CBD puro è l’estrazione con anidride carbonica.

Dove comprare il CBD

Dove si può acquistare il CBD? Per esempio su Internet, e uno degli e-commerce meglio riforniti è quello di Weedzard. Nel catalogo di questo store online, infatti, è possibile trovare la migliore cannabis legale, light e del tutto naturale, ma anche molti altri prodotti a base di CBD sia per l’uomo che per gli animali domestici. Già dall’home page del sito è possibile esplorare l’assortimento di prodotti a disposizione: non mancano le infiorescenze, con una varietà di proposte che permette di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e assecondare ogni aspettativa della clientela.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.