Detenuto colpisce poliziotto alla testa con un grosso crocifisso, choc in Campania

Ennesimo episodio di violenza nelle carceri campane. L’ultimo fatto di cronaca si è verificato nel penitenziario avellinese di Bellizzi dove, secondo quanto denunciato dal Seppe, il sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria, ieri pomeriggio, un detenuto di origine romana avrebbe aggredito un ispettore di sorveglianza colpendolo alla testa con un crocifisso. Solo l’interventi di due agenti ha evitato che l’aggressione avesse conseguenze peggiori. I due bachi blu sono stati colpiti riportando diverse contusioni.

Nei giorni precedenti, in un reparto a custodia aperta si era verificata una vera e propria spedizione punitiva di alcuni detenuti nei confronti di un altro recluso che è stato picchiato violentemente tanto da essere ricoverato nel reparto maxillo-facciale dell’ospedale di Benevento. «La custodia aperta – fa rilevare il sindacato – oltre ad essere gestita da un personale sotto organico, va concessa ai detenuti più meritevoli. È giunta l’ora di garantire ordine e sicurezza per gli operatori».