Suicidi in carcere, 34 detenuti morti nel 2020: allarme tra Napoli e Caserta

Suicidi in carcere, i dati allarmanti nel 2020 [Foto d'archivio]
Suicidi in carcere, i dati allarmanti nel 2020 [Foto d'archivio]

Sono 34 i suicidi avvenuti in carcere dall’inizio del 2020 fino al 1 agosto (l’anno scorso in questo stesso periodo erano stati 26). Lo si legge nel rapporto di metà anno dell’associazione Antigone, che cita dati del Garante nazionale. Per 30 di questi (su quattro non ci sono dati) nel 60% dei casi (18) si tratta di italiani e nel 40% (12) di stranieri. Il 20% di loro (6) aveva fra i 20 e i 29 anni (i due più giovani ne avevano solo 23), il 43% (13) ne aveva fra i 30 e i 39, per entrambe le fasce d’età 40-49 e 50-59 troviamo il 17% (5 e 5) dei suicidi, il detenuto più anziano aveva 60 anni. Il 40% (12) dei suicidi è avvenuto in un istituto del nord Italia, il 36% (11) al sud e il 23% (7) al centro; in tre istituti sono avvenuti due suicidi: Como, Napoli Poggioreale e Santa Maria Capua Vetere.

A gennaio, marzo e aprile sono avvenuti 9 suicidi (3 per ciascun mese). A febbraio e a luglio 12 (6 per ciascun mese) mentre a maggio e a giugno ne sono avvenuti rispettivamente 4 e 5. Il metodo prevalente per togliersi la vita è sempre quello dell’impiccamento (26 persone).

Con le rivolte di marzo in carcere aumentati eventi critici

I dati al 30 aprile scorso indicano un forte aumento – causato dagli eventi dei primi mesi del 2020 – delle rivolte, che passano dalle 2 degli anni passati alle 37 di quest’anno. Per lo stesso motivo, gli isolamenti sanitari (1.567) sono quasi quattro volte il numero degli isolamenti sanitari messi in atto nel corso di tutto l’anno precedente (425). Stesso discorso per le manifestazioni di protesta collettiva (859) che sono i tre quarti di tutte le manifestazioni di protesta collettiva dell’anno scorso (1.188). In proporzione – si legge nel dossier –  risultano leggermente più alti anche i numeri delle aggressioni fisiche al personale di polizia penitenziaria – 311 rispetto alle 827 del 2019, degli atti di contenimento – 220 rispetto ai 488 del 2019 e di altre manifestazioni di protesta individuale – 4.388 rispetto ai 12.146 del 2019. (AGI)

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK