23.2 C
Napoli
giovedì, Maggio 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“C’è tempo fino al 1 settembre”, ultimatum agli agenti. Appello a Mattarella e Papa Francesco


Una task force dell’Interpol già nei prossimi giorni potrebbe partire per il Messico e affiancare gli investigatori messicani per fare luce sulla sorte dei tre italiani di cui non si hanno più notizie dallo scorso 31 gennaio. A darne notizia sono stati l’avvocato Claudio Falletti e l’avvocato Luigi Ferrandino, legali della famiglia dei tre napoletani scomparsi – Raffaele Russo, suo figlio Antonio e suo nipote Vincenzo Cimmino – nel corso di un incontro con i giornalisti. Nel corso di una conferenza stampa a cui ha preso parte anche Francesco Russo, figlio di Raffaele e fratello di Antonio i legali della famiglia Russo hanno anche annunciato di volere inoltrare richiesta per due incontri con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella e con Papa Francesco.

Nel corso di una conferenza stampa, il giudice di controllo e di sorveglianza di Jalisco, Damián Campos García, ha reso noto che i quattro poliziotti arrestati per il rapimento degli italiani a Tecalitlan hanno denunciato di aver subito torture. Alla conferenza era presente anche l’inviato di “Chi l’ha visto?” che ha registrato le dichiarazioni del magistrato il quale ha dichiarato che è stata stabilitala data del primo settembre per concludere l’inchiesta e per le indagini complementari.

«Una volta avvenuta la chiusura del termine per l’indagine complementare – ha stabilito il magistrato- è possibile aprire la richiesta scritta di rinvio a giudizio in vista dell’udienza preliminare. Poi viene aperto nuovamente un dibattito per verificare le prove apportate dalle parti. Il primo settembre la Procura può nuovamente, tramite un atto scritto, richiedere o formulare, se è conforme al diritto, la rispettiva accusa e successivamente viene stabilita la data per l’udienza preliminare». Si divide, invece, il popolo dei social dopo queste ennesime rivelazioni. Le accuse vanno non solo ai rappresentanti del governo italiano che non si sarebbero mossi per tempo e a dovere per rintracciare immediatamente i tre uomini scomparsi, ma soprattutto alle autorità messicane che avrebbero perso tempo inizialmente prima di avviare seriamente,e spinti solo dalla pressione dell’opinione pubblica, le indagini.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Chiara Nasti e Zaccagni, mega festa all’Olimpico per svelare il sesso del bambino [Video]

L'influencer napoletana Chiara Nasti ed il calciatore della Lazio Mattia Zaccagni aspettano il loro primo figlio. A rivelarlo ci...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria