23.1 C
Napoli
martedì, Giugno 18, 2024
PUBBLICITÀ

Clan Mallardo. Il pentito Pirozzi: “Avevo pacchi di soldi, li mettevo nei fogli di giornale”

PUBBLICITÀ

Pacchi di soldi gestiti dal pentito e distribuiti agli affiliati. Il retroscena viene raccontato dal pentito Giuliano Pirozzi: “Spesse volte me l’hanno fatte tenere la cassa del clan, però tenevo la visione della maggior parte delle entrate, in quanto ero molto abile dal punto di vista contabile. A volte dei pacchi non li aprivo nemmeno, venivano messi nei fogli di giornale, quando venivo chiamato li riportavo subito. Oppure a mia volta trovavo un’altra persona insospettabile, che poteva essere una zia di mia mamma e farla mantenere onde evitare perché anch’io sapevo che stavo sotto le luci dei riflettori della magistratura”. Pirozzi poi racconta delle difficoltà avute prima della decisione di pentirsi: “Infatti la mia morale è là che non mi ritrovai più nel clan perché mi trovai tradito dalle persone che io materialmente gli avevo dato i mille euro, porto una somma x, e tutti quanti d’accordo dicevano, con un complotto, che non gli avevo dato niente, quindi io contro cento ed è proprio quello che mi ha dato la forza, lo sprint in più per rivolgermi alle forze dell’ordine perché si negavano che il giorno prima erano venuti a casa mia, in presenza anche di mia moglie, e io gli avevo consegnato i soldi. Quindi mi hanno dato uno sprint in più, mi hanno fatto capire proprio quanto valevano”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Racket ai commercianti di Chiaiano, arrivano le condanne bis per il gruppo Romano

Quasi quaranta anni di carcere. Con alcuni significativi sconti di pena. Questa la decisione d’appello per il gruppo di...

Nella stessa categoria